breaking news

Lentini | Rapina di gennaio al Monte dei Paschi, nuovamente in manette uno dei due presunti autori

11 Aprile 2019 | by Silvio Breci
Lentini | Rapina di gennaio al Monte dei Paschi, nuovamente in manette uno dei due presunti autori
Cronaca
0

Arrestato pochi giorni dopo il colpo mentre col complice tentava di lasciare Lentini, era stato subito rimesso in libertà poiché non appariva chiaro il quadro indiziario a suo carico. Ieri la nuova ordinanza del Gip che ha disposto ancora una volta l’arresto sulla base di nuovi elementi d’indagine.

Rilasciato e nuovamente arrestato. Insieme con Francesco Liberto, attualmente recluso, sarebbe uno degli autori della rapina compiuta lo scorso 7 gennaio ai danni dell’agenzia del Monte dei Paschi di Siena di Piazza della Resistenza, a Lentini, che fruttò un bottino di circa 4 mila euro. Ieri, al termine delle indagini coordinate dal sostituto procuratore Gaetano Bono e dirette dal procuratore Fabio Scavone, i poliziotti del Commissariato lo hanno rintracciato e arrestato in esecuzione dell’ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere emessa dal Tribunale di Siracusa a firma del giudice per le indagini preliminari Andrea Migneco. A finire in manette il 42enne Marco Sortino, originario di Lentini ma residente a Carlentini, gravemente indiziato di aver commesso, in concorso con il Liberto, la rapina ai danni del Monte dei Paschi di Siena.

Marco Sortino

La rapina. Lo scorso 7 gennaio, come si ricorderà, due malviventi travisati, uno con parrucca e l’altro con uno scalda collo, fecero irruzione intorno alle 10 all’interno della banca, in Piazza della Resistenza, e sotto la minaccia di due taglierini di colore arancione tennero in ostaggio alcuni clienti e il personale della banca, compreso il direttore. I due malviventi riuscirono a impossessarsi di 4 mila euro circa in contanti, denaro che si trovava nelle due casse. Oltre 3 mila euro erano poggiati sulla macchinetta conta banconote e la restante somma era custodita in un cassetto blindato che uno dei due malviventi si fece aprire dal cassiere in servizio.

La cattura e il rilascio. I due, Sortino e Liberto, nei primi giorni di febbraio furono fermati mentre pare cercavano di fuggire da Lentini per raggiungere altri paesi del nord Italia e rendersi irreperibili. Tuttavia, nonostante la convalida del fermo di entrambi per i gravi indizi di colpevolezza, il giudice per le indagini preliminari dispose l’immediata scarcerazione del Sortino poiché sulle sue responsabilità il quadro indiziario non appariva sufficientemente univoco per la conferma della misura cautelare in carcere. Le successive indagini effettuate dagli agenti del Commissariato di Lentini hanno permesso di individuare nuovi e ulteriori elementi che hanno spinto l’autorità giudiziaria a sottoporre nuovamente in vincoli il 42enne.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com