breaking news

Augusta| Al Corbino: inclusione e approccio bio-psico-sociale.

Augusta| Al Corbino: inclusione e approccio bio-psico-sociale.
Attualità
0

“Inclusione e approccio bio-psico-sociale: conoscenza e applicazione del modello I.C.F.” è stato il titolo del corso di aggiornamento iniziato lunedì 19 novembre e conclusosi ieri nei locali del II Istituto comprensivo “Orso Mario Corbino”, diretto da Maria Giovanna Sergi.

Organizzato dal Ctrh (Centro territoriale risorse per l’handicap), che ha sede nel II Istituto comprensivo “Orso Mario Corbino” di Augusta,  di cui è dirigente scolastico Maria Giovanna Sergi, un corso di aggiornamento dal titolo “Inclusione e approccio bio-psico-sociale: conoscenza ed applicazione del modello I.C.F”. è stato rivolto agli insegnanti  di sostegno e curriculari delle scuole che afferiscono al Centro territoriale Risorse per l’handicap della nostra zona ed ha voluto incarnare lo spirito del Documento sugli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’assemblea generale dell’Onu  del 25 settembre 2015 che recita: “Il mondo che immaginiamo è … un mondo che investe nelle nuove generazioni e in cui ogni bambino può crescere lontano da violenza e sfruttamento …. Un mondo giusto, equo, tollerante, aperto e socialmente inclusivo che soddisfi anche i bisogni dei più vulnerabili…”

Durante il primo incontro, dopo aver presentato il corso, il dirigente scolastico Maria Giovanna Sergi ha parlato della storia legislativa dell’inclusione scolastica e dei cambiamenti culturali e delle prospettive possibili per il futuro, quindi ha passato la parola Francesco Sciuto, (medico specializzato in psichiatria neuropsichiatra infantile) che ha parlato dello sviluppo delle neuroscienze e della storia dell’I.C.F.

Oltre a Francesco Sciuto (già difensore dei diritti del bambino del Comune di Siracusa, esperto dei disturbi dello spettro dell’autismo, di inclusione scolastica e di riabilitazione neurologica), sono stati esperti formatori la dottoressa Barbara Buonomo (psicologa clinica e di Comunità, psicoterapeuta e docente presso la scuola di specializzazione di psicoterapia della Gestalt),  Maria Procopio (psicomotricista) e la dottoressa Paola Consiglio (logopedista).

Il corso si è proposto di dare un contributo alla ricerca di nuovi modelli coerenti con i dati della ricerca scientifica e adatti a rispondere alle nuove sfide imposte dai mutamenti culturali ,senza mai perdere il ruolo educativo ma integrando gli sviluppi delle neuroscienze con gli aspetti educativi e  applicando le conoscenze psicologiche a coerenti strumenti didattici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com