breaking news

Augusta| Società storia patria organizza conferenza su Gaetano Arangio Ruiz.

Augusta| Società storia patria organizza conferenza su Gaetano Arangio Ruiz.
Cultura
0

Un nuovo appuntamento dell’ambizioso progetto di recupero della memoria con particolare riguardo ai personaggi che hanno dato lustro alla città. L’iniziativa, promossa dalla Società augustana di storia patria in collaborazione con il II Istituto di istruzione superiore di Augusta, prevede una conferenza su “Gaetano Arangio Ruiz” a cui è intitolata la scuola.

Si terrà giorno 11 maggio con inizio alle  9.15 una conferenza per gli studenti delle prime classi del II Istituto di istruzione superiore, sul tema: “Un augustano capostipite di una dinastia di giuristi: Gaetano Arangio Ruiz”. La relazione sarà tenuta da Gabriele Massimiliano Ragusa, dottorando di ricerca in Storia del Diritto presso l’Università degli studi di Macerata nonché socio fondatore della Società augustana di storia patria, promotrice dell’iniziativa in collaborazione con la scuola.

“Perché discutere di Gaetano Arangio Ruiz ? Chi era questo personaggio e soprattutto cosa rappresenta per Augusta? Occorre innanzitutto esprimere gratitudine al dirigente scolastico Maria Concetta Castorina per la sensibilità e preziosa collaborazione che ha permesso di avviare una iniziativa in ambito scolastico – dice Giuseppe Carrabino, presidente della Società di storia patria – con lo scopo di far conoscere agli studenti la figura del insigne giurista cui è stato intitolato l’Istituto.

Gaetano Arangio Ruiz nacque ad Augusta il 18 aprile 1857, da Vincenzo Arangio di anni 43, dottore in medicina e da Agata Ruiz, di anni 32, casalinga, di famiglia nobile. Con decreto regio del 9 dicembre 1915, trascritto il 18 gennaio 1916 nei registri degli atti di nascita del Comune di Augusta, venne stabilito che egli poteva far uso per tutti gli atti ed in ogni circostanza del cognome di Arangio Ruiz. Per conoscere l’iter che ha portato alla scelta di intitolare l’Istituto a questo insigne giurista,  abbiamo coinvolto l’allora preside Rosario Caramagno, che a suo tempo curò l’espletamento di tutte le pratiche necessarie”.

“Negli anni ‘80 del secolo scorso – scrive Caramagno – si viveva in un clima di incertezza per i delitti di stampo mafioso, si pensi a Bachelet, Moro, don Puglisi, Falcone, Borsellino, Dalla Chiesa ….Si svolsero ad Augusta celebrazioni commemorative e cortei spontanei. In questo clima, oltre che il dovere proprio della educazione scolastica di far riflettere i propri alunni ad essere “cittadini”, si pose il problema di una educazione alla legalità da svolgere con sistematicità e con iniziative forti. Era, quindi, spontaneo pensare al proprio Istituto (ero preside in quegli anni all’Istituto tecnico commerciale). Si pensò di intitolare la scuola a un concittadino maestro di diritto; chi meglio di Gaetano Arangio Ruiz ? Pochi sapevano di questo eminente giurista, nonostante una monografia di  Giovanni Vaccaro pubblicata sul Notiziario Storico di Augusta nel dicembre 1984 e la dedicazione di una strada nel quartiere Terravecchia-Paradiso. Si avvertiva l’esigenza di fare presto ad avviare l’educazione alla legalità; si riteneva urgente intitolare l’Istituto”.

Così, su proposta del preside Caramagno – come si rileva dal verbale n° 36, “il Consiglio d’Istituto, vista la L.28.06.1927 n. 1188 e la C.M. 12.11.1980 n. 313, preso atto della volontà del Collegio dei docenti espressa nella seduta del 18.11.1994 di intitolare l’Istituto a Gaetano Arangio Ruiz, approva all’unanimità, dando al Preside l’incarico di espletare le formalità di legge. L’Università di Catania, interpellata sulla questione, approvò l’iniziativa e suggerì che sulla targa esposta al pubblico, oltre al nome doveva essere indicato “giurista”.

“La chiarificazione di Rosario Caramagno – conclude Carrabino – permette quindi di sottolineare che, volendo indicare il II Istituto Superiore di Augusta non si deve omettere di citare alcuno dei due cognomi e non è lecito dire molto sbrigativamente, per esempio, “noi del Ruiz”. Proprio per la finalità educativa che è alla base dell’intitolazione, volendo rispettare il decreto regio del 9 dicembre 1915 occorre indicare il nome completo: “Gaetano Arangio Ruiz”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com