breaking news

Lentini | I “luoghi del genio” raccontati nell’ultimo libro dello scrittore Mario Grasso

14 Maggio 2019 | by Silvio Breci
Lentini | I “luoghi del genio” raccontati nell’ultimo libro dello scrittore Mario Grasso
Cultura
0

La presentazione sabato a Palazzo Beneventano a cura dell’Archeoclub. Uno straordinario viaggio nella Sicilia del genio, da Bagheria a Chiaramonte Gulfi, da Mineo a Modica, da Comiso a Lentini. Un mosaico di storie che sono storia.

«Sicilia. Luoghi del genio». C’è qualche speciale ragione che favorisce in alcuni luoghi la presenza di personalità geniali? A questo interrogativo prova a rispondere «Sicilia. Luoghi del genio», l’ultimo libro di Mario Grasso, poeta, scrittore e saggista tra i più rappresentativi del panorama letterario siciliano. Il volume, che prova appunto a indagare le ragioni di quella curiosa distribuzione sul territorio dei natali di illustri personalità del genio isolano, figure in alcuni casi famose, in altri nascoste, dimenticate o addirittura sconosciute, sarà presentato sabato 18 maggio, alle 18.30, nella sala delle conferenza del Palazzo Beneventano, per iniziativa della locale sezione dell’Archeoclub, con il patrocinio del Comune. Alla presentazione, oltre all’autore, interverranno il sindaco Saverio Bosco, il presidente dell’Archeoclub, Pippo Cosentino, la restauratrice Raffaella D’amico e lo scrittore lentinese Alfio Siracusano.

Un mosaico di storie che sono storia. «Sicilia. Luoghi del genio» è un saggio che cattura l’attenzione del lettore per l’appassionata ricostruzione dei luoghi del genio isolano, luoghi dove, per una misteriosa alchimia, la genialità è riuscita a emergere prepotentemente grazie a condizioni non rilevabili altrove. Si pensi alla Bagheria di Ignazio Buttitta e Renato Guttuso, di Ferdinando Scianna e Giuseppe Tornatore; alla Chiaramonte Gulfi di Serafino Amabile Guastella; alla Comiso di Gesualdo Bufalino e Salvatore Adamo, di Salvatore Fiume e Angela Vona, di Di Giacomo padre e figlio e Adalgisa Licalzi; alla Lentini di Gorgia e Jacopo, di Manlio Sgalambro e Sebastiano Addamo; alla Linguaglossa di Santo Calì, Pippo e Senzio Mazza e Francesco Messina; alla Mineo di Paolo Maura, Luigi Capuana, Giuseppe Bonaviri e Gino Raya; alla Modica di Salvatore Quasimodo e Tommaso Campailla; alla Palazzolo Acreide di Antonino Uccello e Giuseppe Fava.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com