breaking news

Rosolini| La polizia di Stato conclude il progetto Legalità all’istituto De Cillis

Rosolini| La polizia di Stato conclude il progetto Legalità all’istituto De Cillis
Cultura
0

Nella mattinata odierna, i componenti dell’Ufficio per la Comunicazione della Questura di Siracusa hanno incontrato gli alunni dell’istituto “De Cillis” di Rosolini.

L’evento si è concluso dopo una lunga serie di incontri di legalità e rispetto delle regole che li hanno visti impegnati in 62 incontri effettuati nei vari istituti scolastici di Siracusa e provincia. Il progetto, voluto dal Questore di Siracusa, Gabriella Ioppolo, si armonizza con tutta una serie di attività che la Questura ha pianificato con i vari Uffici centrali e periferici della provincia, che hanno come comune denominatore la prevenzione e la Polizia di Prossimità, vista soprattutto come sicurezza partecipata ed integrata con i cittadini e, soprattutto, con i giovani studenti. Le conferenze nelle scuole, organizzate in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Territoriale di Siracusa, hanno avuto l’alto gradimento dei Dirigenti scolastici, del corpo docente e degli alunni che sono stati i primi destinatari del progetto.

Durante gli incontri si sono affrontati argomenti legati al corretto utilizzo dei social media, alle insidie del web, al bullismo, alla legislazione vigente contro il consumo di stupefacenti ed al contrasto dell’illegalità in generale e del fenomeno mafioso in particolare. Anche in questa occasione, alla presenza del Dirigente scolastico, Giovanni Di Lorenzo e della referente per la legalità, la docente Carmela Ragusa, gli alunni non hanno mancato di porre ai Poliziotti pertinenti domande sugli argomenti trattati ed, al termine dell’incontro, hanno letto un commovente ringraziamento alle forze dell’ordine ed alla Polizia di Stato, in particolare, per il quotidiano impegno nella salvaguardia della legalità e della sicurezza dei cittadini ricordando, anche, alcuni “eroi” vittime delle mafie che hanno dato lustro alle Istituzioni democratiche ed alla Sicilia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com