breaking news

Augusta| Corteo storico: la città vestita da colori e insegne medievali.

Augusta| Corteo storico: la città vestita da colori e insegne medievali.
Cultura
0

Al via, ieri, alla decima edizione del Corteo storico “Alla Corte di Federico II di Svevia”. Un quadro vivo, tutto medievale, nella splendida cornice di piazza Duomo, dipinto con orgoglio e incessante impegno dal I Istituto comprensivo “Principe di Napoli”, ha regalato ad Augusta suggestivi ed emozionanti momenti.  Primo evento ieri, il secondo in programma per domani sera.

La scuola ha vestito la città di colori e insegne medievali, per rendere omaggio alla figura dell’imperatore, Stupor Mundi, simbolo del progresso e della tolleranza tra i popoli. Una partita di scacchi, gli sbandieratori, i giullari e tante performance hanno dato vita con successo, ieri pomeriggio, al primo evento della decima edizione del corteo storico “Alla corte di Federico II di Svevia” a cura del I Istituto comprensivo “Principe di Napoli.

Un corteo, composto da alunni della scuola primaria, insegnanti e genitori si è mosso dal plesso “Cappuccini” di via Generale La Ferla, accompagnato dall’orchestra dei flauti degli alunni del 1° Istituto comprensivo “Columba” di Sortino, per raggiungere la centralissima piazza nel cuore dell’isola, quell’isola: Augusta, fondata da Federico II di Svevia, le cui origini l’istituto “Principe di Napoli”, come ha evidenziato il dirigente Agata Sortino, vuole sempre ricordare e “celebrare”.

Ieri pomeriggio sono andati in scena: la partita di scacchi medievali, le sinuose danze di odalische con i saraceni, i giovanissimi sbandieratori, le monelle e i monelli, i cantori, i giullari, i cavalieri, le dame di corte. Le performance sono state intervallate da musiche medievali suonate dall’orchestra “Columba”. Voce narrante quella dell’insegnante Angela Maladrino. La scacchiera medievale rappresenta: “una guerra pensata ma solo per diletto. Duelli, tranelli e uno scacco matto vero, per mantenere vivo lo spirito guerriero, per far più ricco l’animo giocando. Un campo è bianco e uno e nero, cambia solo il colore ma una è la sostanza. Si fronteggiano regine e re, cavalli e torri, pedoni e alfieri. Ora perdenti ora vincenti ma tutti uniti nella gran scacchiera”. Le coreografie di tutte le performance sono state curate da Rossella Leone.

Il dirigente scolastico Agata Sortino, accanto a Gloriana Russitto, dirigente del I Istituto comprensivo “Columba”, si è detta felice di aver organizzato la seconda edizione del Corteo insieme con la scuola di Sortino, nonché di aver toccato il traguardo del decennale della manifestazione, che è entrata, oramai, a far parte della tradizione della città. Ha espresso gratitudine nei confronti dei collaboratori scolastici, dei genitori, dei docenti, degli alunni tutti coinvolti in questo grande progetto in cui la scuola crede molto, che oggi ha compiuto i suoi primi 10 anni e che l’istituto “Principe di Napoli” intende continuare a far crescere. “Oggi abbiamo vissuto l’idea della corte –  afferma Agata Sortino –  il cortile, dove giovano i bambini in epoca medievale, ma anche dove siamo cresciuti noi adulti e dove ci sono stati gli scambi culturali veri, gli scambi nelle relazioni umane e soprattutto affettive. Parlerei ore di Federico II, amo questo imperatore, amo la storia, ma ci saranno tante occasioni per affrontare gli studi medievali.

“Abbiamo formalizzato la nostra collaborazione tramite un protocollo d’intesa – dice Gloriana Russitto – e quindi torneremo, visto che nel nostro repertorio abbiamo inserito anche la musica medievale. Per noi è un onore far parte di questa manifestazione. La storia è importate bisogna avere consapevolezza delle proprie origini per poi essere se stessi e avere un proprio posto nel mondo”. Sul sagrato della chiesa Madre si sono ritrovati anche i presidenti dei Consigli di istituto delle due scuole, il sindaco, Cettina Di Pietro, che ha sottolineato la valenza della manifestazione che il Comune ha il piacere di patrocinare e che è diventata una bella tradizione in città, creata dalla scuola, Rossella Leone che ha curato le coreografie in maniera volontaria senza percepire alcun compenso, l’insegnante Angela Palumbo, che quest’anno esordisce come referente del progetto “Alla Corte di Federico II”, il docente Giuseppe Salemi, anima storica del Corteo, l’insegnante Maria Sofia Adorno, promotrice l’anno scorso della collaborazione del “Columba” e il docente Sebastiano La Rosa di Sortino che dirige l’orchestra dei flauti e l’insegnante Angela Malandrino autrice delle descrizioni tracciate sui personaggi impegnati nelle varie performance.

GUARDA LA DIRETTA DEL’EVENTO

Domani sera appuntamento con il tradizionale corteo storico, animato dagli alunni del “Principe di Napoli” con la partecipazione della compagnia Jculares, partirà dal lungomare Paradiso alle 19,30 per raggiungere piazza Castello dove i ragazzi, preparati dai docenti dell’istituto, proporranno inedite coreografie che si concluderanno con l’esibizione del gruppo degli Sbandieratori di Noto. Protagonisti gli alunni della scuola secondaria di primo grado. Saranno riproposti anche la partita degli scacchi medievali e le esibizioni dei piccoli sbandieratori e dei giullari.

GUARDA LA GALLERIA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com