breaking news

Augusta| Grande evento in piazza il 27 luglio con Tosca: sul palco il tenore Giordani. -Video

Augusta| Grande evento in piazza il 27 luglio con Tosca: sul palco il tenore Giordani.<span class='video_title_tag'> -Video</span>
Spettacolo
0

La piazza Duomo sarà teatro dell’opera lirica Tosca di Giacomo Puccini.  L’appuntamento è per il 27 luglio alle 20,30. I proventi della serata saranno devoluti alla Caritas.

Ritorna l’appuntamento con la lirica fortemente voluto dal maestro Marcello Giordani e dalla sua creatura Yap+ Tosca di Giacomo Puccini, opera lirica in 3 atti sarà messa in scena in piazza Duomo alle 20,30. Il grande evento è stato presentato, stamattina,  nel corso di una conferenza stampa, tenuta nel salone di rappresentanza del Municipio, dal noto tenore Marcello Giordani, con l’intervento del sindaco Cettina Di Pietro e dell’assessore alla Cultura Giusy Sirena. I lavori sono stati moderati da Michela Italia.

Dopo Cavalleria Rusticana e Pagliacci, portati ad Augusta da Giordani, è il turno di Tosca, opera lirica in tre atti di Giacomo Puccini su libretto di Giuseppe Giocosa e Luigi Illica. La regia che verrà affidata all’estro di Enrico Stinchelli (autore per la Rai) che ha già curato “L’Elisir D’amore” ad Augusta nel 2016  (produzione Yap+). Nel cast vestirà i panni della protagonista Floria Tosca il soprano Tea Purtseladze, il pittore Mario Cavaradossi sarà il tenore Marcello Giordani, mentre il barone Scarpia sarà impersonato da Pierluigi Dilengite. Tra i comprimari: Angelo Sapienza (Cesare Angelotti), Gianni Giuga (sagrestano e il gendarme Sciarrone), Riccardo Palazzo (agente di polizia Spoletta), Erald Stellino (carceriere). A dirigere l’orchestra sarà il maestro Antonino Manuli.

Numerosa la famiglia dei cori che vede capofila il Coro Lirico Siciliano diretto dal maestro, Francesco Costa. Famiglia di cui fanno parte anche la corale Euterpe, diretta dal maestro Rosy Messina, la corale polifonica Iubileum, diretta dal maestro Luigi Trigilio, l’Ensamble Ottava Nota del maestro Carmela Caramagno, la Corale Tetrachodus di Pachino del maestro Lucia Franzó, il coro polifonico Discantus del maestro Salvatore Sampieri, il coro Incanto di voci bianche di Scordia, diretto dal maestro Alessandra Lussi e il coro voci bianche della Yap, diretto dal maestro Antonietta Salanitro. Aiuto regista, Maritarita Zappalà, scenografia di Paola Avallato. Service audio luci: Mac Service di Maurizio Cianchino.

Novità di quest’anno la tecnologia del videomapping (curata dall’architetto palazzolese Elisa Nieli) che porterà l’ambientazione romana a fondersi con le strutture augustane. Il Duomo diventerà la Basilica di Sant’Andrea della Valle, Palazzo Farnese e infine Castel Sant’Angelo. Un esperimento, quello del videomapping, già testato con grande successo per la festa del Santo Patrono di Augusta. “Ho sempre pensato che la parola data abbia un peso enorme – afferma Marcello Giordani – quest’anno la coincidenza con una grande produzione, Turandot ci vedrà impegnati il 3 agosto al Teatro Greco di Siracusa e il 3 settembre al Teatro Antico di Taormina, poteva essere un ottimo motivo per rimandare Tosca all’anno prossimo.

La gioia delle persone e la loro attesa merita questo immenso sacrificio in termini economici e fisici. Ringrazio gli sponsor che ci stanno supportando con generosità. Il ricavato dei biglietti, tolte le spese, andrà in beneficienza alla Caritas di Augusta, associazione benemerita del nostro territorio”. Il sindaco di Augusta, Cettina Di Pietro, commenta così il patrocinio del Comune: “continua il sodalizio felice con il maestro Giordani che ogni anno, generosamente, offre degli spettacoli di altissima qualità. Dal canto nostro cercheremo di collaborare per supportare la buona riuscita della manifestazione”. “Siamo veramente onorati – dice l’assessore Sirena di poter condividere con il maestro Giordani questo evento che testimonia, ancora una volta, il suo amore per Augusta”.

Giordani, inoltre, ha evidenziato l’importanza del supporto di natura logistica dato dall’amministrazione comunale. Per sostenere i costi, di notevole entit,à che comporta mettere in scena un’opera lirica di tale portata l’auspicio degli organizzatori e che altri sponsor si facciano avanti numerosi. Il costo del biglietto, invece, che dovrà sostenere solo chi occuperà un posto a sedere, sarà irrisorio rispetto a quello pagato solitamente per assistete all’opera lirica.

GUARDA LA CONFERENZA STAMPA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com