breaking news

Lentini | Diagnosi e cura del tumore al seno, prosegue la petizione popolare

10 Luglio 2019 | by Silvio Breci
Lentini | Diagnosi e cura del tumore al seno, prosegue la petizione popolare
Sanità
0

Promossa da sindacati e associazioni del territorio per chiedere al presidente della Regione e all’assessore alla Salute di «confermare, rafforzare e valorizzare» la Breast Unit.

Prosegue la petizione popolare. Prosegue la petizione popolare che sarà inviata al presidente della Regione, all’assessore alla Salute e al direttore generale dell’Asp di Siracusa per chiedere di «confermare, rafforzare e valorizzare» la Breast Unit, la speciale unità multidisciplinare per la prevenzione, la diagnosi e la cura del tumore al seno. «Sarebbe grave – scrivono sindacati e associazioni del territorio – mettere in discussione una eccellenza che fa onore alla sanità siciliana e all’Asp siracusana e che ha già ricevuto tante attestazioni che hanno riconosciuto le capacità professionali di coloro che vi sono impegnati».

L’incontro con i vertici dell’Asp. Nei giorni scorsi a Siracusa, nel corso di un incontro con i vertici dell’Asp, presenti il direttore generale Salvatore Lucio Ficarra, il direttore sanitario aziendale Anselmo Madeddu, il direttore sanitario dell’ospedale di Lentini Eugenio Vinci e il direttore del Dipartimento dell’area chirurgica e primario del reparto di chirurgia dell’ospedale lentinese, Giovanni Trombatore, i rappresentanti di sindacati e associazioni del territorio (Camera del Lavoro, Tribunale per i diritti del malato, Manuela e Michele, Unitalsi, Unione donne italiane, Archeoclub, Angeli, Federcasalinghe, Fidapa, Auser, Centro Anziani Lentini) hanno sottolineato la necessità di un confronto con l’assessore regionale alla Salute per il mantenimento dell’unità di prevenzione e cura del tumore al seno nella nostra provincia.

«La scelta è della Regione». «Nel precisare che non è di sua competenza la scelta in materia, il direttore generale dell’Asp – spiega Paolo Censabella della Camera del Lavoro di Lentini, che ha parlato in rappresentanza delle associazioni – ha spiegato le ragioni che attualmente vedrebbero a rischio il mantenimento del servizio e ha sollecitato ad avanzare alla Regione una proposta ben argomentata dal punto di vista tecnico e sanitario per sostenere anche per un periodo di transizione il mantenimento del servizio sanitario». La raccolta di firme proseguirà anche domani al mercato settimanale del giovedì. Si può firmare inoltre nelle sedi delle Camere del Lavoro di Lentini, Carlentini e Francofonte e in tutta la provincia, presso l’edicola Raiti in Piazza del Popolo a Lentini e l’edicola Ciciulla in via A. Gramsci 23 in contrada Santuzzi a Carlentini.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com