breaking news

Lentini | Fondazione Vincenzo Pisano, consegnate 38 borse di studio

5 Maggio 2018 | by Silvio Breci
Lentini | Fondazione Vincenzo Pisano, consegnate 38 borse di studio
Cultura
'
0

La cerimonia al Cine Teatro Odeon “Carlo Lo Presti”. Il presidente Siracusano: «La Fondazione frutto di un atto d’amore». Consegnato un riconoscimento speciale al giovane chirurgo lentinese Giuseppe Mangiameli.

Siracusano: «Giovani che meritano di essere additati come esempio». «Questi nostri giovani meritano di essere premiati perché studiando hanno onorato il loro ruolo, hanno lavorato con dignità. E poiché hanno studiato tanto da raggiungere l’eccellenza, meritano di essere additati come esempio a quanti questa eccellenza non hanno raggiunto. E all’intera comunità, come esempio di speranza per sé e per gli altri». Lo ha detto il presidente della Fondazione “Vincenzo Pisano”, Alfio Siracusano, aprendo ieri sera al Cine Teatro Odeon “Carlo Lo Presti” la cerimonia di consegna delle borse di studio relative all’anno scolastico e accademico 2017-2018. Trentotto borse di studio consegnate ad altrettanti giovani lentinesi, studenti delle superiori e universitari, dagli stessi membri del consiglio di amministrazione della Fondazione e dall’amministrazione comunale, ma anche da ex sindaci, dirigenti scolastici ed ex amministratori della Fondazione.

Fondazione frutto di un atto d’amore. «Che è frutto – ha ricordato nel suo intervento il presidente Siracusano – di un atto d’amore e di generosità compiuto da un figlio di questa terra». Un benemerito figlio di Lentini, Vincenzo Pisano, «nato come i suoi due fratelli – ha ricordato ancora – da una madre poverissima che era stata resa tale da un signorotto locale e fatta sposare a un giovane altrettanto povero, non sappiamo se ignaro, che ai tre figli diede il nome».

Chi era Vincenzo Pisano? Siamo negli anni Settanta dell’Ottocento. «Al giovane Vincenzo, ultimo dei tre fratelli – ha proseguito il presidente della Fondazione, ripercorrendo brevemente la vicenda umana e professionale del benefattore – dovette pesare molto questa situazione, anche se il padre naturale assicurò ai ragazzini la possibilità di studiare. A un certo punto il giovanissimo terzogenito, che forse si sentiva maltrattato, fuggì da Lentini e andò a Genova, dove studiò e si laureò in ingegneria navale. Solo e senza famiglia. Tornava a Lentini una volta l’anno e lo fece finché visse la madre. Era minuto, vestiva elegante e parlava in italiano. Che sono segni, tutti, di solitudine».

La donazione al Comune di Lentini. «Venuta meno la mamma – ha continuato – non tornò più. E ruppe anche coi suoi fratelli e poi coi nipoti, e neanche gli riuscì di sposarsi. Fu anche questo il suo bisogno. Che sentì più gravoso quando avvertì il peso degli anni e il declino della salute. E la pena della solitudine lo avvolse. Fu allora che decise di scrivere al sindaco di Lentini manifestandogli l’intenzione di lasciare i suoi beni ai ragazzi della sua città perché potessero studiare con minore sofferenza di lui. Era il 1963, aveva già quasi novant’anni e fece il primo testamento, poi lo cambiò in accordo col sindaco e con un notaio formalizzandolo in maniera definitiva nel 1968». Pisano morirà il 3 marzo 1969 all’età di 93 anni.

La nascita della Fondazione. Quindi il ricordo di chi «difese quella eredità e quella intenzione». Del sindaco Otello Marilli «che per primo interloquì col benefattore», del sindaco Mario Bosco «che seguì le fasi cruciali del processo che oppose il Comune ai parenti del defunto», del sindaco Turi Raiti «cui toccò, finalmente, di poter dar vita alla Fondazione, che iniziò a funzionare con Armando Rossitto presidente, trent’anni dopo la morte del benefattore».

“I giovani nel Risorgimento”. La manifestazione è proseguita con l’intervento della professoressa Chiara Pulvirenti, docente a contratto di Storia contemporanea al Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Catania – a presentarla il prof. Rosario Mangiameli, ordinario di Storia contemporanea nello stesso ateneo – sul tema “I giovani nel Risorgimento” e in particolare sulla figura di Nicola Fabrizi.

Il premio a un’eccellenza della città. Nel corso della cerimonia il sindaco Saverio Bosco a nome della città ha consegnato un riconoscimento al dott. Giuseppe Mangiameli, giovane e già affermato chirurgo lentinese che oggi, dopo la laurea e la specializzazione al Campus Bio-Medico di Roma e gli anni della formazione trascorsi tra Roma, Pamplona e Parigi, presta servizio nel reparto di chirurgia toracica generale, oncologia e trapianti polmonari dell’Hôpital européen Georges Pompidou di Parigi.

Le 38 borse di studio. Infine, preceduta da un video, la consegna delle borse di studio prima agli studenti delle scuole superiori Andrea Paola Calabrese, Debora Manganaro, Simona Narzisi, Morena Serratore, Cristina Tiralongo, Carmelo Calvagno, Elena Mendola, Stefano Alessandro, Simone Cormaci, Angelica Amenta, Gabriele Dote, Flavio Lorenzini, Federica Caschetto, Stefano De Luca, Chiara Franco, Roberta Marsala, Michelle Fichera, Giulia Cormaci, Silvia La Ferla, Maria Medea Samo, Giovanni Seminara, Asia Gulizia, Andrea Sebastiano Narzisi, Christian Arcidiacono, Michela Lucia Saraceno, Anna Bastone e Luana La Ferla. Quindi agli studenti universitari Alessandra Marchese, Maria Chiara Scandurra, Claudia Landro, Salvatore Almirante, Manuela Agata Saraceno, Serena Fusillo, Elisa Maria Rita Catania, Veronica Costanzo, Roberta Ferrante, Chiara Strano e Matteo Cannella.

La Fondazione, un privilegio per Lentini. «Una volta – ha sottolineato il presidente Alfio Siracusano concludendo il suo intervento – si diceva che in due sole cose i lentinesi non si dividono, la festa di Sant’Alfio e la Leonzio. Io vorrei che per un’altra cosa essi si sentissero ugualmente uniti, la nostra Fondazione. Che per la nostra città è un privilegio e col contributo di tutti ne deve diventare il vanto».

© Riproduzione riservata

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com