breaking news

CONQUISTE DI ROSARIO ANTOCI AL CENTER OF CONTEMPORARY ART DI MODICA

CONQUISTE DI ROSARIO ANTOCI AL CENTER OF CONTEMPORARY ART DI MODICA
Attualità
0

Un teatro era il paese, un proscenio di pietre rosa, una festa di mirabilia. E come odorava di gelsomino sul far della sera. Non finirei mai di parlarne, di ritornare a specchiarmi in un così tenero miraggio di lontananze… ” La descrizione di una splendida Modica, scenario naturale che accoglierà, il 6 ottobre alle ore 19:00, l’evento artistico curato dal Coca, Center of contemporary art, in collaborazione con la Galleria Clou ed organizzato nell’ambito dell’VIII Giornata del Contemporaneo promossa da Amaci e curata da Francesco Lucifora. L’edificio degli anni novanta, recuperato ed adibito a sede del C.o.C.a, centro per l’arte contemporanea sarà sede dell’evento “Conquiste”. Il Centro per l’arte contemporanea quale centro gravitazionale, fulcro preminente in un rapporto costante di interscambio tra il panorama artistico nazionale e internazionale. Un vivaio d’eccellenza dove si promuove l’arte ed i giovani artisti emergenti.  Un’occasione unica, per vivere da vicino il complesso e vivace mondo dell’arte contemporanea. Un grande evento dedicato all’arte contemporanea e al suo pubblico organizzato da AMACI che ha scelto il 6 ottobre 2012 per la Giornata del Contemporaneo, quest’anno alla sua Ottava edizione. Un intervento installativo del tutto originale che interesserà il prospetto principale della sede del Coca, attraverso l’uso di insegne di vecchi e nuovi esercizi commerciali, oramai chiusi o che hanno visto modificata la loro composizione societaria. Il passaggio di un’epoca e dal punto di vista economico e dal punto di vista sociale, attraverso una carrellata di “reperti” che l’hanno segnata, cambiata in maniera sempre più veloce al grido di una globalizzazione, sempre più pretenziosa ed esigente che fagocita piccole attività locali in nome della nascita di sempre più centri commerciali, che hanno trasformato le nostre abitudini quotidiane. L’intervento di Rosario Antoci che dà conto del disegno lucido di una nuova società, si affianca alla riproposizione, per immagini, di strutture commerciali progettate per e ai bordi della città, rifugi preconfezionati fulcro del consumo di massa presenti all’interno della mostra “Conquiste”. La serie “Involucri” di cui saranno visibili alcuni lavori all’interno del CoCA, rende esaustiva l’analisi formale e antropologica di quella culla, motivo di distrazione, evasione e al contempo di pace di cui famiglie, giovani e meno giovani hanno oramai sempre più bisogno: lo svago “ossessivo” a cui tutti fanno ricorso. Le istallazioni di Rosario Antoci sono progetti sul tema dei segni antropologici che quotidianamente ed impercettibilmente determinano sempre nuove modificazioni nei rapporti tra spazio e materia in seno al paesaggio, ed in cui convergono i linguaggi specifici della scultura- istallazione, della fotografia e del disegno. E’ così elementi assolutamente temporanei, transitori, diventano testimoni di un luogo che si fa continuamente spazio.

Silvana Baracchi            

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com