breaking news

“E LE ALTRE STELLE…”

“E LE ALTRE STELLE…”
Attualità
0

Riceviamo e Pubblichiamo: Come ogni anno scolastico, con il relativo studio della Geografia astronomica, per gli alunni del quinto anno degli indirizzi liceali è stata organizzata dalla docente Anna Lucia Daniele la consueta visita alla sede stellare dell’Osservatorio Astrofisico di Catania sita a SerraLa Navesul monte Etna.

Il 9 aprile alcuni studenti delle classi VA, VC, VD e IVD della sezione scientifica del Liceo Mégara hanno preso parte all’evento accompagnati dalle docenti Luisa Cusumano, Maria Romano e Mirella Romano.

Gli studenti sono partiti alle ore 17.00 dal piazzale Cristo Re per arrivare con abbondante anticipo alla sede dell’osservatorio a quota 1750 m sul livello del mare, sede inaugurata nel 1966 sotto la direzione del prof. Mario Girolamo Fracastoro e a lui recentemente intitolata. Muniti di cappotti pesanti e lunghe sciarpe, gli alunni hanno atteso per un po’ immergendosi nella natura e aspettando che il sole tramontasse e che calasse il buio per intravedere in cielo qualche stella. Quando ogni traccia di sole è finalmente scomparsa dal cielo, gli studenti si sono avviati lungo il sentiero verso la struttura dalla quale avrebbero monitorato la situazione “celeste”. Giunti all’interno della caratteristica struttura a cupola, il dott. Salvatore Scuderi, ricercatore astronomo dell’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica), ha mostrato e illustrato il telescopio riflettore Cassegrain con uno specchio primario del diametro di 91 cm e ha spiegato come esso funzioni nel corso dell’anno grazie anche al supporto dell’alta tecnologia fornita dai computer. Alunni e docenti sono stati guidati con perizia nell’osservazione del pianeta Giove e dei suoi satelliti Io, Europa, Ganimede e Callisto, definiti i quattro satelliti galileiani perché avvistati da Galileo per la prima volta. Affascinante scorgere anche la tipica superficie a bande del pianeta.

Gli studenti sono rimasti entusiasti e hanno continuato a porre domande riguardo le stelle e il funzionamento del telescopio alle quali il dott. Scuderi è stato lieto di rispondere.

Alla fine della visita i ragazzi hanno ringraziato l’esperto per la sua spiegazione e si sono avviati nuovamente verso il sentiero, questa volta muniti di torce che però hanno lasciato volentieri spente per poter osservare al meglio lo spettacolo di un cielo stellato, raro da vedere in città. Esperienza interessante e da riproporre nuovamente negli anni successivi.

Silvia Mattei V D Liceo Scientifico

 

Visualizzazioni: 116

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com