breaking news

Siracusa| Comitato Nuovo Ospedale, firma anche tu!

Siracusa| Comitato Nuovo Ospedale, firma anche tu!
Politica
0
Sciopero dalla fame da stamane per Enzo Vinciullo, al suo fianco il Comitato e Castagnino: “Quasi 300 euro in due ore”

In meno di due ore più di 200 firme. Cosi inizia, come promesso, lo sciopero della fame Enzo Vinciullo. Il deputato regionale usa la forma più eclatante per giungere ad una risposta sulla realizzazione o meno del nuovo ospedale. Non è il primo, anche Ermanno Adorno, da sempre militante di sinistra, ingaggiò qualche mese fa la sua lotta per la radioterapia all’Umberto Primo e quindi per un ospedale nuovo ed efficiente, sfidando i morsi della fame. Di un nuovo ospedale se ne discute da tanto tempo ma non si arriva mai a nessuna conclusione, nonostante l’individuazione delle aree destinate e i finanziamenti relativi. Al fianco di Vinciullo immancabilmente il consigliere comunale Salvatore Castagnino e in più, questa la novità nottetempo, un comitato di lotta “Firma anche tu per il nuovo ospedale”. Insieme per far presente al sindaco Garozzo, all’assessore regionale alla sanità e all’Asp come la città sia compatta verso questo obiettivo. Frattanto le firme diventano 300. La fila dietro il bancone s’ingrossa e Vinciullo appare sempre più provato. C’è voglia di adesione al nuovo progetto di cui si parla dagli anni Ottanta senza sortire effetto, eppure le risorse ci sono ma improvvisamente è venuta meno l’area. Poco chiaro l’iter  di questa mancanza di volontà politica che riconduce all’amministrazione comunale Garozzo e ai vertici Asp Siracusa. Vinciullo spera che il sindaco sia ritornato sui propri passi, che l’area individuata in ben tre Prg si possa ancora utilizzare e  qualora non fosse possibile parlare una volta per tutte della opzione 124 in un’area che possa essere edificata.  In realtà se ne parlò già qualche mese fa durante la visita a Siracusa dell’’assessore regionale alla Sanità, insieme ad Asp e sindaco, in quella occasione Vinciullo chiese certezze dell’area, e cioè se il progetto del 2011 poteva avere l’ok  fondamentale del Comune, ma nessuno effetto. Cosicchè si provò a individuare altre soluzioni ma prima occorreva la variante al Prg che non è stata mai fatta. L’unica alternativa al momento rimane Pizzuta, ma se dovessero arrivare i finanziamenti improvvisamente non si saprebbe nemmeno da dove cominciare visto che manca l’area. Alla spicciolata sul posto arrivano a dare solidarietà a Vinciullo i consiglieri di Augusta, Solarino, Floridia, Noto. “E’ la parte della politica che continua a fare il proprio dovere – dice il deputato regionale di NCD  – a giorni pubblicherò un volume dove racconterò la storia dell’ospedale di Siracusa, e riservo anche uno spazio all’ex deputato del PD De Benedictis che ricordo si battè anche lui per uscire dalla bolla d’aria dell finto project financing per giungere i finanziamenti pubblici”. Somme che, secondo l’ex ministro Stefania Prestigiacomo, non esistono in realtà se non solo sulla carta. Ogni sera sino alle 22 Vinciullo e il comitato saranno in ospedale per raccogliere le firme sino a quando non arriverà la risposta tanto attesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com