breaking news

Francofonte| Orribile mattanza di cuccioli. Indagano i carabinieri

22 Giugno 2016 | by Silvio Breci
Francofonte| Orribile mattanza di cuccioli. Indagano i carabinieri
Cronaca
0
Tenuti e curati all’interno di un rifugio provvisorio per randagi dai volontari di Tara Green World, i sei cuccioli sarebbero stati sbranati sabato scorso da un cane da combattimento di grossa taglia. Lunedì ritrovata una carcassa di cane ferito. Ieri forse un altro tentativo di aggressione, fortunatamente andato a vuoto. Indagano carabinieri e vigili urbani.

Mattanza cuccioli Francofonte Tara Green World (1)Orribile e inquietante mattanza di cuccioli sabato scorso in un rifugio provvisorio per cani randagi gestito dai volontari di Tara Green World. Sei cuccioli di appena sessanta giorni, strappati alla strada, sopravvissuti alla gastroenterite e amorevolmente curati dai volontari, sono stati letteralmente sbranati da un cane da combattimento di grossa taglia. Secondo quanto accertato fin qui dagli stessi volontari, il cane assassino sarebbe stato furtivamente introdotto nella struttura nel primissimo pomeriggio di sabato, tra le 12.00 e le 14.00, per compiere una vera e propria strage. Ovviamente terrificante la scena che si è presentata dinanzi agli occhi dei volontari quando dopo poche ore sono tornati al rifugio per prestare la loro opera di assistenza quotidiana ai loro amici a quattro zampe. Il sangue sparso ovunque e i corpi sbranati e senza vita di quei sei poveri cuccioli, che a giorni sarebbero stati dati in adozione, sparpagliati sul pavimento. Alcuni cani adulti presenti all’interno della struttura, secondo quanto ricostruito finora, avrebbero inutilmente cercato di difendere i cuccioli aggredendo e ferendo il cane assalitore. Il gravissimo episodio è stato denunciato ai carabinieri e ai vigili urbani dalla responsabile di Tara Green World e dal sindaco Salvatore Palermo. Intanto, lunedì pomeriggio, nelle campagne di Francofonte, è stata rinvenuta la carcassa di un cane ferito, molto probabilmente quello utilizzato per compiere la mattanza di sabato. Ieri, come se non bastasse, il rifugio provvisorio per randagi sarebbe stato nuovamente “visitato” da alcuni malviventi, stavolta messi in fuga, a quanto pare, dagli stessi volontari che avrebbero istituito turni di sorveglianza nella zona. I malviventi sarebbero riusciti a dileguarsi senza essere riconosciuti. Per scongiurare il peggio, i cani sopravvissuti sarebbero stati trasferiti in un posto più sicuro.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com