breaking news

Carlentini| Discarica Grotte, M5s al sindaco: «Chieda i danni ambientali alla Regione»

4 Luglio 2016 | by Silvio Breci
Carlentini| Discarica Grotte, M5s al sindaco: «Chieda i danni ambientali alla Regione»
Attualità
0
Misure compensative per i Comuni sui cui territori insistono discariche di rifiuti. Ma la Regione si guarda bene dal pubblicizzare la norma. I contributi previsti anche per i Comuni limitrofi.

I Comuni sui cui territori insistono discariche di rifiuti potrebbero beneficiare di cosiddette misure compensative, ovvero di contributi per danni ambientali previsti da una specifica legge regionale, la numero 9 del 2010. Il fatto è che però il governo regionale si guarda bene dal far conoscere i contenuti di quella norma. A denunciarlo è stato il Movimento 5 Stelle in occasione di un recente incontro pubblico a Villa Gorgia di Lentini sulla attualissima questione ambientale lentinese, organizzato dopo la pubblicazione dell’ordinanza dello scorso 7 giugno del presidente della Regione che prevede l’ampliamento dei Comuni autorizzati al conferimento dei rifiuti nella discarica di Grotte San Giorgio, in territorio di Lentini. La Regione, come è stato spiegato nel corso dell’incontro sul tema «I Campi Leontini: da granaio a discarica dell’impero», provvede a fissare i criteri per la determinazione di idonee misure compensative in favore dei Comuni interessati dall’impatto ambientale determinato dalla localizzazione di impianti di recupero, trattamento e smaltimento, compresi i Comuni limitrofi alle discariche o la cui area urbana sia interessata dal transito di mezzi adibiti al trasporto dei rifiuti. «L’amministrazione regionale – scrive in una nota il M5s di Carlentini – si è ben guardata dal pubblicizzare una simile provvidenza, che potrebbe dare un aiuto ai Comuni per migliorare la propria condizione ambientale e per compensare il danno creato dalla vicinanza della discarica. Nessuno o quasi conosce la norma e nessuno o quasi – denunciano ancora i pentastellati – ha mai letto con vero interesse la legge 9 del 2010 che è il decalogo della gestione dei rifiuti in Sicilia». Nel dirsi rammaricati per la mancata partecipazione all’incontro del sindaco di Carlentini Pippo Basso, «seppure invitato per tempo», i grillini sollecitano l’amministrazione comunale a «intraprendere l’iter necessario per poter usufruire dei contributi da danno ambientale» in quanto il territorio di Carlentini è limitrofo a quello di Lentini dove insiste la discarica. Intanto, il sindaco di Lentini Saverio Bosco ha annunciato sui social che mercoledì incontrerà il prefetto di Siracusa, Armando Gradone. «Mi farò portavoce – ha scritto – di una città in ansia per la delicata e critica situazione dei rifiuti. Non vogliamo che Lentini diventi “pattumiera di Sicilia”».

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com