breaking news

Augusta| L’Analisi del voto referendario locale dei coordinatori cittadini di Fratelli d’Italia

5 Dicembre 2016 | by Redazione Webmarte
Augusta| L’Analisi del voto referendario locale dei coordinatori cittadini di Fratelli d’Italia
Politica
0

Intervengono Marco Failla e Enzo Inzolia. “La città di Augusta ha dimostrato di rigettare la riforma della Costituzione, i cui genitori si chiamavano Matteo Renzi e Maria Elena Boschi. I numeri sono stati chiari e inopinabili: il 67,28 % dell’elettorato augustano ha votato No; solamente il 37,72 % ha voluto dare fiducia a questo governo illegittimamente seduto a Palazzo Chigi”.

output_l2vs8d

La destra ad Augusta c’è e dall’opposizione sta crescendo. Molte sono state le iniziative portate avanti da Fratelli d’Italia di Augusta, insieme alle altre forze del centrodestra cittadino: cominciate nel mese di giugno con i banchetti informativi, fino al convegno di chiusura tenutosi qualche settimana fa, e a cui la cittadinanza ha risposto molto più che positivamente in una sala gremita di cittadini desiderosi di informarsi sul merito della riforma costituzionale.

Noi abbiamo le idee molto chiare: le ammucchiate le auspicano gli sconfitti del referendum, noi vogliamo elezioni politiche al più presto. Un candidato premier lo avremmo già e si chiama Giorgia Meloni, leader popolare, coerente e subito spendibile per rilanciare il Paese, largamente apprezzato dal giovane elettorato. È utile ricordare che la fascia di età 18-30, per l’80 %, ha votato No.

Questo è un chiaro segnale che proviene dal mondo giovanile che ha sì desiderio di cambiare, di dare una svolta a questo Paese, ma non con la proposta formulata dal Partito democratico.

Agli elettori del centrodestra che hanno votato Sì, invece, diciamo che il risultato delle urne deve rappresentare il punto di partenza per la costruzione di una riforma costituzionale largamente condivisa da tutte le forze politiche, per l’unità del Paese. Il popolo del centrodestra mobilitato per il No è l’unica alternativa seria al grillismo e al ritorno di chi ha mal amministrato la città per 25 anni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com