breaking news

Caltanissetta| Boom d’ascolti online al MedModa 2017

1 Febbraio 2017 | by Redazione Webmarte
Caltanissetta| Boom d’ascolti online al MedModa 2017
Spettacolo
0

Al Teatro Comunale di Caltanissetta ieri sera il meglio degli stilisti siciliani con ospiti internazionali, dalla Turchia al Sud America. Webmarte ha fatto da “ponte” all’evento internazionale: “Dateci un cavo virtuale e vi collegheremo il mondo”.

yap recordingAnche Webmarte nel suo “piccolo” ha contribuito al grande successo non solo di pubblico, ma di ascolti online della XXI edizione del MedModa Caltanissetta organizzato dalla Massimo Pastorello Management con il patrocinio del Comune di Caltanissetta.

Al Teatro Comunale “Regina Margherita”, gremito e attento, nove designer di moda, selezionati fra le duecento richieste pervenute da ogni parte del mondo, hanno portato in scena i loro abiti. A presentare la serata Maurizio Diliberto e la giornalista catanese Flaminia Belfiore. Regia Marcello Motta.

Tra i presenti in sala, il sindaco di Caltanissetta, Giovanni Ruvolo, e alcuni assessori comunali – Carlo Campione e Felice Dierna -, l’assessore regionale alla Famiglia, Politiche sociali e del Lavoro, Gianluca Miccichè, e altre personalità cittadine.

In apertura, a presentare la propria collezione è stato lo stilista Addy van den Krommenacker (Olanda) che, tra l’altro, veste la famiglia reale olandese. Con portamento regale e sicuro, infatti, e con movenze muliebri e accattivanti le modelle hanno indossato abiti spettacolari e belli. Armonia nei colori, fascino, raffinatezza ed eleganza: sono questi gli ingredienti per un abito da favola.

0 Med Moda 2017Tra gli altri, nel corso della serata, è intervenuto il giovane Luigi Rosignolo, famoso per aver realizzato un video suggestivo, ripreso dall’alto tramite un drone, che immortala il capoluogo nisseno recentemente innevato. Un video virale in rete, con oltre ventimila visualizzazioni che ritrae uno splendido paesaggio nordico.

Abiti bianchi, neri e rossi, tra angeli e demoni. E’ così che è andata in scena la collezione della stilista siciliana, originaria di Gela, Eva Sciascia.

A ruota è stato il turno della Colombia rappresentata dalla giovane Lisbeth Camargo abile nel saper coniugare la vivacità sudamericana con il glamour. La musica coinvolgente e ammaliante ha reso magica l’atmosfera su musiche anche di Francesca Incudine, sorella del grande Mario. Suoni si fondono coi corpi dei ballerini dell’ “Arabesque” della coreografa Patrizia Reas.

Massimo Pastorello

Massimo Pastorello
patron MedModa

Il sindaco Ruvolo ha poi evidenziato l’importanza del rinnovato connubio tra Amministrazione comunale e la Massimo Pastorello Management: “C’è il nostro impegno a promuovere la moda come arte e cultura. La città, oggi, incontra il mondo, in un incontro internazionale dove prevale la bellezza della creatività”. “Siamo contenti di promuovere questa iniziativa che è cultura – ha aggiunto l’assessore Carlo Campione -. Siamo soddisfatti”.

A dare man forte, l’altro assessore-sostenitore dell’evento, Felice Dierna: “Queste manifestazioni devono esserci, in città. Nonostante le difficoltà nel reperire le risorse. Merito di tutti se oggi va in scena questo evento e un tributo va al suo ideatore Massimo Pastorello”. E qui la platea applaude. Leggerezza e armonia, successivamente, con la collezione della stilista calabrese Giosi Barbaro che disegna costumi e abiti per l’estate.

Ospite d’onore, subito dopo, la cantante lirica cinese Hongmei Niè. Canta due brani: “Ave Maria” e “I ti vurrìa vasà”. Applausi scroscianti per elogiare le sue magnifiche doti canore. Lei è stata l’unica artista orientale a cantare per un Papa (Giovanni Paolo Secondo).

Modella al MedModa 2017

Modella al MedModa 2017

La serata, fluidamente, prosegue con lo stilista serbo Milos Miletic che, tra le altre cose, a Vienna, è stato indicato tra i primi tre designer più bravi della zona balcanica. Sfilano le modelle con abiti da sposa eleganti e originali. Si apre, brevemente, anche una finestra su Euroform (scuola professionale dei mestieri), che ha tredici sedi in Sicilia. Propone una variegata offerta formativa. Dietro le quinte sono impegnati gli allievi dei corsi sarto-stilista, acconciature ed estetista.

Si riprende con la stilista Sheron Mar (Georgia), definita “eccentrica”. La sua collezione è ispirata alla tradizione locale. Cura le geometrie dei suoi abiti. Nuova esibizione con il corpo di ballo della scuola Arabesque, con in testa il maestro Alosha. Per la Danimarca c’è Vesna Krivokapic. La sua collezione è ispirata ai costumi danesi.

Dopo gli interventi dell’imprenditore nisseno dei profumi (Dimarco), del professor Vicari (Accademia Belle Arti di Catania) e della dirigente scolastica dell’istituto Filippo Juvara di San Cataldo, Giuseppina Mannino, c’è la sfilata – con in testa il docente Vincent – dei corsisti Euroform.

La brava cantante cinese Hongmei Niè, infine, regala emozioni con il brano “Non ti scordar di me”. Molto apprezzata la collezione della stilista nissena Varilù (Valeria Amico). Una stilista di accessori. Le modelle sfilano con le sue eleganti borse. Il quadro del pittore e scultore Antonio Signorello, che esprime l’esplosività della donna, sarà messo in vendita attraverso un’asta e il ricavato andrà in beneficenza.

Per la Turchia, infine, tramite un video si presenta la collezione dello stilista Emre Erdemoglu. Il sindaco Ruvolo gli consegna una targa per la sua creatività (debuttò nove anni addietro proprio nel capoluogo nisseno) e per la laboriosità del popolo turco. Manda un messaggio di speranza, di libertà e di rispetto dei diritti.

Il patron di Med Moda Caltanissetta, Massimo Pastorello, soddisfatto, alla fine ha espresso enorme gratitudine per tutti coloro che a vario titolo hanno consentito la realizzazione di questa edizione. Il segnale online di Web Marte ieri sera ha toccato “le stelle” merito di un evento di qualità, di qualità dello stesso prodotto tra spettacolo e cultura, segno che le eccellenze siciliane, i giovani talenti colpiscono l’interesse di tutto il mondo al punto che lo stesso “mondo” arrivi sino a Caltanissetta. O anche attraverso un “semplice” cavo virtuale che faccia da ponte di cultura e solidarietà. Webmarte non conosce confini.

16388158_10210344010610292_4071838430864417758_n

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com