breaking news

Augusta| Finisce in parità il derby tra Augusta e Meta (6-6)

21 Febbraio 2017 | by Sebastiano Salemi
Augusta| Finisce in parità il derby tra Augusta e Meta (6-6)
Sport
0

Partita avvincente e combattuta con i padroni di casa che acciuffano il pari allo scadere ma che avrebbero meritato la vittoria.

300x250Una rete di Basso messa a segno sul suono della sirena regala un meritato pareggio ai padroni di casa che mantengono l’imbattibilità interna in questa stagione ed il secondo posto della classifica del girone B seppur ora in condominio con il Policoro che ha sconfitto la capolista Cisternino.

Partita intensa, vibrante ed a tratti anche spettacolare tra due squadre che miravano al successo pieno. Numerose le defezioni nelle file della squadra di casa che per infortunio ha dovuto rinunciare a capitan Diogo Teixeira, a Danso, Lelè e con Ortisi in panchina ma inutilizzabile. Rientrava invece tra i pali il portiere Soso che ha scontato il turno di squalifica e Basso recuperato in extremis.  Gli etnei erano invece privi  di Ficili infortunato. Comincia alla grande la squadra di mister Rinaldi che si porta in vantaggio con Mantelli e raddoppia subito dopo con Bagatini. Il Meta reagisce e accorcia con capitan Musumeci. Al 13’46 l’episodio determinante che farà molto discutere, Bagatini già ammonito per un cambio volante giudicato non regolare dagli arbitri commette un fallo su Vega, secondo giallo ed espulsione. Vivaci le proteste augustane che costano care al tecnico megarese che viene allontanato dal terreno di gioco. Con l’uomo in più il Meta pareggia grazie a Kapa. L’Augusta ha esaurito il bonus di falli e gli etnei ne approfittano, prima l’ex Scheleski si fa parare il 1 primo tiro libero da Soso e poi però si fa perdonare mettendo a segno il secondo e portando avanti il Meta. Augusta nervosa e castigata ancora su tiro libero da Musumeci (2-4). Ma non è finita a 10” dal termine Soso si fa sorprendere da un tiro non irresistibile di Messina che mette a segno la rete del 2 a 5.

Vibrante la seconda frazione di gioco. L’Augusta che praticamente non ha cambi nella ripresa con grinta e determinazione tenta il tutto per tutto ed inizia trascinata dal suo pubblico una incredibile rimonta. Accorcia subito le distanze con Jorginho (3-5) e poi va a segno con Creaco (4-5). Inizia ora una vero e proprio assedio alla porta difesa da Tornatore. Il Meta bada a difendersi e punge con rapide ripartenze. Dopo una serie incredibile di tiri in porta, salvataggi sulla linea e pali, arriva meritata la rete del 5 a 5 ad opera di Basso. I neroverdi insistono ed hanno l’occasione per portarsi in vantaggio con Jorginho su tiro libero, Tornatore vola e salva deviando in calcio d’angolo. La squadra di Rinaldi non si accontenta e vuole la vittoria ma il Meta ad 1’20 dalla fine trova in maniera rocambolesca le rete del 5 a 6.

Sembra fatta per gli ospiti anche perché gli augustani hanno speso molto ma all’ultimo assalto praticamente sulla sirena finale Basso mette a segno la rete del pari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com