breaking news

Siracusa| Esodo docenti siciliani. Bandiera (Fi): Il governo regionale batta un colpo, ma concreto

Siracusa| Esodo docenti siciliani. Bandiera (Fi): Il governo regionale batta un colpo, ma concreto
Politica
0

A distanza di poche settimane dall’analisi sull’allarmante emergenza del comparto scolastico della provincia di Siracusa denunciata dalla Professoressa Annalisa Romeo, esponente del Movimento Diventerà Bellissima Siracusa, per effetto dell’applicazione della legge 107, meglio nota come riforma scolastica del governo Renzi, anche l’On. Edy Bandiera, commissario provinciale di Forza Italia, interviene sulla spinosa questione.

“A seguito dei dati emersi dall’articolo della Professoressa Romeo, che spiega pedissequamente la forte criticità vissuta dalla classe docente della nostra provincia e le lentezze della gestione da parte dell’Assessorato preposto, verificato quotidianamente il dramma che molti insegnanti e le loro famiglie mi manifestano, ritengo che sia arrivato il momento per una risposta forte, incisiva ed inequivocabile fornita dall’Assessore regionale al ramo, On. Bruno Marziano, il quale più volte in questi ultimi tempi ha annunciato missioni romane e tavoli di concertazione con la Ministra Fedeli, per sollecitare le istituzioni ministeriali a volersi occupare del “caso Sicilia”.

Sono istanze di diritto legittime, portate avanti da delegazioni di docenti – spesso manifestanti il loro dramma – e da sigle sindacali, per il rientro degli stessi docenti, nelle sedi di pertinenza. Tenga presente, l’Assessore, il Piano di Inclusione per il Sud, secondo il quale ingenti somme di denaro verrebbero destinate all’ambito della cultura e della conoscenza delle zone disagiate del Sud Italia, Sicilia fra le prime, per cui, attraverso migliorie delle strutture scolastiche, potrebbero essere adeguati i servizi mensa e realizzare, finalmente, il tempo prolungato che necessiterebbe di un reinfoltimento della dotazione organica scolastica, secondo quanto peraltro prevede lo Statuto speciale della Regione Sicilia, anche in virtù dell’annoso problema della dispersione scolastica.

Preso atto, purtroppo, che ad oggi alcuna risposta concreta, che lasci intravedere la speranza di una limitazione possibile, di quello che ormai è divenuto un vero e proprio esodo di lavoratrici e lavoratori, madri e padri di famiglia, sia pervenuta da parte dall’Assessorato regionale competente, mi preme altresì rammentare che il 1 Settembre, moltissimi docenti, troppi quelli della nostra provincia, saranno con la valigia in mano, senza alcuna integrazione al loro reddito, per far rientro nelle sedi dislocate nello stivale, pronti per partecipare al primo Collegio dei Docenti e che dunque siano abbondantemente superati i termini per una risoluzione della querelle.”

Conclude così, Edy Bandiera, manifestando l’intenzione di far procedere, ulteriormente, il proprio gruppo parlamentare regionale di riferimento, con una interrogazione al Governo della Regione siciliana, che faccia chiarezza sulla drammatica situazione per docenti e famiglie e sulla inerzia delle istituzioni competenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com