breaking news

Augusta| Fratelli d’Italia: le saline abbandonate, Comune: tante le attività svolte per salvaguardale.

19 Gennaio 2018 | by Redazione Webmarte
Augusta| Fratelli d’Italia: le saline abbandonate, Comune: tante le attività svolte per salvaguardale.
Attualità
0

Il degrado delle Saline viene denunciato dai giovani di Fratelli d’Italia che accusano l’amministrazione comunale di “scarsa sensibilità nei confronti delle tematiche turistiche e ambientali”. L’assessore all’Ambiente, Danilo Pulvirenti, nell’elencare le recenti attività disposte a tutela della zona umida dice che “colpevolizzare il Comune è impietoso”.

Marco Failla, uno dei due coordinatori cittadini di Fratelli d’Italia di Augusta, con delega al gruppo giovanile del partito guidato da Giorgia Meloni e Luca Bellistrì, Antonio Ranno e Alessandro Saraceno del gruppo giovanile di FdI, intervengono sullo stato di degrado e di abbandono delle saline, individuando in esse un luogo da tutelare e promuovere anche e soprattutto a fini turistici, in un’ottica di sviluppo turistico della città. “Una tra le numerose zone di Augusta, naturalistiche e non, alla quale proprio non dovremmo rinunciare – sottolineano i giovani di FdI – e che a nostro giudizio dovrebbe essere tutelata e promossa a fini turistici, è quella delle saline, trascurata dall’amministrazione comunale, come del resto avviene da decenni. Il valore naturalistico delle saline è stato riconosciuto da numerose organizzazioni, tra le quali Legambiente, Italia Nostra e Wwf; ciò nonostante, una reale tutela è molto lontana dall’essere realizzata. A malincuore – continuano Failla, Bellistri, Ranno e Saraceno – rileviamo una scarsa sensibilità di questa amministrazione comunale alle tematiche turistiche e ambientali; infatti, non è raro osservare rifiuti di ogni sorta lungo le rive delle saline, soprattutto sul versante prossimo al centro abitato”.

Quindi, nell’esprimere rammarico per tale situazione che definiscono “indecente”, propongono una soluzione all’amministrazione comunale: una necessaria operazione di pulizia e di sorveglianza del sito, e l’installazione di una passerella, affinché questi specchi d’acqua possano diventare parte di un tour alla scoperta del territorio, tasselli per un più grande progetto turistico. “Basterebbe – concludono – perché le saline non dovrebbero rappresentare un fardello per l’amministrazione comunale, né un mero orpello decorativo. Rappresentano, invece, l’ennesima potenzialità turistica finora sprecata.

L’assessore Pulvirenti ricorda che l’anno scorso è stata ripulita l’area delle ex Saline Regina che si trova nei pressi del parco giochi dove giacevano rifiuti di ogni genere, sfalci e potature. Fa sapere inoltre che è in corso la bonifica dell’area ex sede del campo container trasformata in discarica abusiva di amianto. Materiale che è stato inertizzato dagli operai di una ditta specializzata e che pian piano si sta rimuovendo. L’intervento rientra nell’appalto di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani. L’amministratore rammenta ancora la pulizia dei canaloni attigua alle saline nonché l’iniziativa denominata “Lungomare liberato” organizzata più volte dal Comune anche per promuovere un percorso turistico in cui ammirare le saline.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com