breaking news

Augusta| Associazione Tds: “sull’ospedale non faremo sconti a nessuno”.

4 Febbraio 2018 | by Redazione Webmarte
Augusta| Associazione Tds: “sull’ospedale non faremo sconti a nessuno”.
Sanità
0

La vicenda ospedale ancora al centro dell’attenzione. In questo periodo di denunce, repliche e chiarimenti, l’Associazione a Tutela della Salute, che non ha mai abbassato il sipario sul Muscatello, ora torna all’attacco per rivendicare reparti e servizi previsti per l’ospedale di Augusta, non escludendo l’organizzazione di forme di protesta, qualora il nosocomio megarese non verrà difeso in maniera incisiva dalla politica e dagli organi aziendali, che devono mettere in atto quanto disposto dalle istituzioni.

Nel corso di una conferenza stampa, che si è tenuta nella sede del movimento CambiAugusta, il presidente della Tds, Domenico Fruciano, il vice presidente dell’associazione, Maria Carmela Giannone, il tesoriere, Sebastiano Tringali e  il  consigliere Valerio Valeri, con la partecipazione di Vincenzo Sanseverino e Pierantonio Mantinei, hanno parlato delle carenze che penalizzano il Muscatello. Ricordiamo che i componenti della Tds facevamo prima parte del Tribunale per i diritti del malato da cui poi hanno deciso di staccarsi non condividendone più il percorso. “Come associazione a tutela della salute, del Muscatello e del territorio dei Comuni di Augusta, Priolo e Melilli proviamo delusione per l’inerzia dell’amministrazione comunale verso l’ospedale –  dichiara Fruciano – e pensare che ancor prima e durante le elezioni comunali, assieme agli attuali amministratori avevamo condiviso la lotta per rivendicare e chiedere giustizia per ciò che ci spetta di diritto e porre fine alle decisioni dell’Asp, che in questi anni è venuta meno alla rimodulazione della rete ospedaliera per il Muscatello. Le nostre strade si sono divise e abbiamo continuato da soli la lotta”.

Fruciano rammenta che la Tds si è rivolta alla deputazione del M5S e all’ex presidente della commissione regionale antimafia, oggi governatore della Sicilia, Nello Musumeci e ad altre forze politiche. Il presidente dell’associazione a Tutela della Salute sottolinea che l’ospedale di Augusta non è dotato di Obi (osservazione breve intensiva) e di Obi pediatrica che il  centro per l’amianto non risponde a oggi a quanto previsto dalla legge che lo ha istituito che ha previsto che fosse un centro di riferimento regionale per la prevenzione, diagnosi e cura delle patologie derivanti dall’esposizione all’amianto. La Tds denuncia inoltra la mancata messa in funzione dell’elisoccorso notturno, l’inattività delle sale operatorie, dove da circa due mesi non vengono  effettuati interventi chirurgici programmati

Anche il poliambulatorio, secondo l’associazione a tutela della salute è stato alleggerito perché la direzione di molti servizi territoriali come la medicina riabilitativa e legale è passata a Lentini. La Tds parla anche delle lunghe liste d’attesa per gli utenti che devono sottoporsi a mammografia, colonscopia, gastroscopia, visite cardiologiche e neurologiche. “La storia della nostra lotta per salvaguardare l’ospedale è lunga, Noi non ci siamo fermati – conclude Fruciano – e continueremo grazie anche all’interessamento del consigliere comunale, Giuseppe Di Mare, che come augustano ha preso a cuore il problema, e si impegnato a farci incontrare a breve l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza. Negli anni abbiamo contattato diversi schieramenti politici, ciò a dimostrazione del fatto che, quando si parla di salute e della difesa di Augusta, non ci deve essere colore politico e non facciamo sconti a nessuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com