breaking news

Augusta| Ospedale di zona disagiata? Canigiula si dimette da Fi

Augusta| Ospedale di zona disagiata? Canigiula si dimette da Fi
Sanità
0

Non cala l’attenzione nei confronti del Muscatello. La politica attuata ora da quanti si battono per difenderlo è un processo alle intenzioni di chi vorrebbe depotenziarlo in maniera tale che non si possa un giorno dire com’è accaduto finora  che dopo la firma degli atti non è possibile  tornare indietro.

A paventare una situazione poco rosea per l’ospedale di Augusta è di nuovo il consigliere comunale di Forza Italia, Vincenzo Canigiula che parla di: “incresciosa strafottenza dell’assessorato regionale alla Salute sulla bozza della nuova rete ospedaliera” e annuncia pertanto le dimissioni dal partito di Fi. “Incuranti dell’esistenza della legge 5 del 2009 l’ospedale Muscatello –  sostiene  Canigiula –  viene trasformato in presidio ospedaliero di  zona disagiata. In pratica un pronto soccorso. Mi sento di ringraziare il governo regionale di centro destra per aver mantenuto le promesse fatte a suo tempo e la locale amministrazione grillina- dichiara con ironia –  vi accomuna la capacità di fare campagna elettorale sulle spalle delle persone e dei cittadini che dovreste difendere. Al prossimo Consiglio comunale  ufficializzerò le mie dimissioni da Forza Italia, partito di governo della Regione Sicilia dal quale i cittadini augustani non sono assolutamente tutelati, ragione per cui ritengo superflua qualunque rappresentanza del partito in seno all’Aula di Augusta”.

Canigiula invita i cittadini, le associazioni, i rappresentanti politici e i sindacati a fare quadrato attorno all’ospedale affinché sia tutelata, anzi, ripristinata la legalità nella nostra città.  Quanto paventato dal consigliere comunale potrà essere riscontrabile quando nero su bianco saranno indicati i posti letto assegnati al Muscatello. Sicuramente l’appellativo di presidio ospedaliero di zona disagiata per Vincenzo Canigiula non lascia presagire niente di buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com