breaking news

Rosolini| Intimidazione Caschetto, Marzana si rivolge al Ministro

Rosolini| Intimidazione Caschetto, Marzana si rivolge al Ministro
Cronaca
0

Caschetto racconta i fatti sui social: “Questa notte dei vili soggetti hanno posizionato due bottiglie di benzina con relativo innesco, sotto ad una delle auto di mia proprietà utilizzata in genere da mia sorella”. Solidarietà al candidato sindaco dai deputati 5stelle.

“Premetto che l’altra mia macchina era parcata dietro alla stessa e che tutto il quartiere era al buio per un guasto all’impianto di pubblica illuminazione”. A fornire una prima descrizione dei fatti è la stessa vittima, il candidato sindaco Cinquestelle, Enzo Caschetto. Lo fa sulla sua pagina social e ringrazia tutti per la solidarietà.

“Fortuna vuole che i vili, forse stanchi di aspettare che io andassi a letto, eravamo già alle 2:30 della notte, – racconta Caschetto – non appena ho spento le luci di una stanza al piano terra che dava sulla strada dove erano parcheggiate le auto, hanno acceso gli innesci e nemmeno il tempo di 2 rampe di scale ho sentito un forte boato”.

“Sceso subito sotto per constatare l’accaduto, mi accorgo dell’auto in fiamme e mi prodigo insieme a dei vicini di casa per spegnere l’incendio che riusciamo a domare prima che provocasse ingenti danni. Non ho nemici né nel mio lavoro né nella mia vita privata e per quanto concerne mia sorella conduce una vita tranquilla sotto tutti gli aspetti. Non mi spiego quanto accaduto e spero che gli inquirenti facciano piena luce. Nel frattempo cercherò di ritrovare insieme a mia sorella un po’ di serenità che credetemi oggi non ho. Grazie di cuore”.

Massima solidarietà a Enzo Caschetto ed alla sua famiglia per il vile atto intimidatorio subito da parte dei vertici dei Cinquestelle, il deputato regionale Stefano Zito e dalla parlamentare nazionale Maria Marzana:Enzo, da candidato sindaco M5S di Rosolini, ha condotto una campagna elettorale improntata al rispetto della legalità e senza cedere ad alcun compromesso. Questo è l’ennesimo atto incendiario che ferisce la nostra Città.

“Nonostante io abbia più volte interessato le autorità competenti sulla necessità di rafforzare le misure di prevenzione ed il controllo nel nostro territorio, la situazione continua ad essere insostenibile. Mi rivolgerò al Ministero affinché prenda atto che tutti questi eventi sono ormai rappresentativi di un fenomeno criminale che non può essere derubricato a una serie di banali liti familiari o sentimentali. I cittadini rosolinesi hanno il diritto di sentirsi al sicuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com