breaking news

Augusta| Per il Muscatello unità tra associazioni, Comune e sindacati

Augusta| Per il Muscatello unità tra associazioni, Comune e sindacati
Sanità
0

Si è svolta stamattina nella sala riunioni dell’ospedale Muscatello un’assemblea cittadina per discutere delle prospettive  del nosocomio di Augusta. Un documento è stato sottoscritto al termine  della riunione dalle associazioni, dal Comune e dai sindacati di categoria.

All’incontro che ha avuto luogo alla presenza di numerosi  cittadini, hanno partecipato il senatore Pino Pisani, il sindaco Cettina Di Pietro, il presidente del Consiglio comunale Sara Marturana, consiglieri comunali, i rappresentanti  dell’Osservatorio nazionale amianto (Ona), del Comitato Stop Veleni, dell’Associazione a Tutela della Salute e del presidio ospedaliero Muscatello (Tds), le organizzazioni sindacali Anaao Assomed e  Cgil Fp Sanità.  A conclusione dei lavori l’assemblea ha approva all’unanimità il seguente comunicato: Dopo un partecipato dibattito, l’assemblea prende atto delle rassicurazioni in merito al futuro dell’ospedale di Augusta fornite dal presidente della Regione Nello Musumeci, dall’assessore regionale della Salute,  Ruggero Razza e dal direttore sanitario facente funzioni dell’Asp di Siracusa Anselmo Madeddu.

L’assemblea evidenzia la peculiarità del bacino di utenza dell’Ospedale di Augusta, che comprende i Comuni di Melilli, Priolo Gargallo e Sortino, ed è caratterizzato dalla presenza: del Comune con il maggior numero di abitanti nella Provincia, dopo il Comune capoluogo; della più importante area petrolchimica d’Europa dalla quale lo Stato italiano ha tratto e trae tuttora enormi risorse, a fronte di un grave inquinamento ambientale e di significativi danni alla salute degli abitanti; del porto di Augusta, uno dei più importanti porti d’Italia e del Mediterraneo, sede dell’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia Orientale, del Comando Marittimo di Sicilia (Marisicilia) e dell’Arsenale Militare Marittimo (Marinarsen); di una grande casa di reclusione.

Ritiene non più tollerabile che il polo industriale della Provincia di Siracusa, dovendo continuare a pagare un elevato prezzo in termini di danni alla salute causati da inquinamento ambientale, resti sfornito di quelle strutture ospedaliere di cui, già da tempo,  avrebbe dovuto disporre. Fa rilevare la necessità per una migliore funzionalità dell’pspedale e tenuto conto dei dati epidemiologici riguardanti il suo territorio di riferimento: dell’incremento della dotazione organica medica e infermieristica al fine di raggiungere, quantomeno, i minimi di cui al D.A. n. 1380/2015; dell’attivazione delle Unità Operative Complesse, con relativi posti letto, di oncologia e di oncoematologia, che avrebbero dovuto entrare in funzione già nel 2013, secondo quanto affermato con forza dal presidente della Regione, dall’assessore Regionale della Salute e dai vertici Aziendali pro-tempore; dell’istituzione di un’unita di terapia semi-intensiva di area medica, in ragione, soprattutto, della presenza del Centro di riferimento regionale delle patologie derivanti dall’amianto di cui alla  legge regionale 10 del 29 aprile 2014 e alla L.R. 05/2009, oltre che di numerosi pazienti affetti da gravi patologie oncologiche, oncoematologiche, neurologiche e respiratorie; dell’istallazione e dell’attivazione della risonanza magnetica e di una nuova Tac, data per imminente dal commissario dell’Asp già alla fine dello scorso anno e di cui ancora non si vede traccia. La necessità di disporre della Risonanza magnetica è rafforzata dalla circostanza che l’Unità operativa di neurologia  del Muscatello assiste, attualmente, circa 600 pazienti affetti da sclerosi multipla provenienti da tutto il territorio siciliano.

L’assemblea auspica che tali, ragionevoli, richieste possano essere accolte in sede di definizione della nuova rete ospedaliera regionale e, quindi, realizzate in tempi brevi. Un Consiglio comunale monotematico sull’ospedale di Augusta verrà tenuto entro il mese di luglio. Il  documento costituirà la base di discussione del prossimo Consiglio monotematico  sul presidio ospedaliero megarese.  I lavori sono stati presieduti dall’associazione Tutela della Salute (Tds), dall’Ona Sicilia (Osservatorio nazionale amianto) e dal comitato Stop Veleni, rispettivamente rappresentati da Domenico Fruciano e Maria Carmela Giannone, da Calogero Vicario e da Cinza Di Modica.  Hanno preso, tra gli altri, la parola il senatore augustano Pino Pisani, il sindaco Cettina Di Pietro, il presidente del Consiglio comunale, Sarah Marturana, il medico anestesista rianimatore nonchè sindacalista dell’Anaao Assomed, Giuseppe Vaccaro. L’assemblea è stata introdotta da Domenico Fruciano il quale ha esordito sottolineando la disponibilità manifestata dal direttore dell’Asp pro  tempore, Anselmo Madeddu anche con la concessione dell’aula magna del nuovo padiglione del Muscatello per lo svolgimento dei lavori dell’assemblea.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com