breaking news

Augusta| Indipendence Code gli alunni del Principe di Napoli programmano un robot

Augusta| Indipendence Code gli alunni del Principe di Napoli programmano un robot
Attualità
0

L’evento Indipendence Code ha concluso il modulo “Coding” all’interno del progetto “Scuola estesa”, realizzato grazie ai finanziamenti europei del Pon “Inclusione sociale e lotta al disagio” nel I Istituto comprensivo “Principe di Napoli”,  diretto  da Agata Sortino.

Al modulo hanno partecipato alunni delle classi prime di scuola secondaria di I grado i quali, seguiti dal docente esperto Giuseppe Salemi (e dalla docente tutor Milena Castellino hanno potuto sviluppare il pensiero computazionale e la robotica. Il Coding è un termine inglese al quale corrisponde nella lingua italiana la parola programmazione. Parliamo, ovviamente, di programmazione informatica ma di un approccio votato alla risoluzione dei problemi. Con il Coding i ragazzi sviluppano il pensiero computazionale di metodi caratteristici e di strumenti per affrontare molti tipi di problemi in diverse discipline, acquisendo l’abitudine a risolverli, siano i problemi più o meno complessi. “Non imparano, quindi, solo a programmare – spiegano i docenti – ma programmano per apprendere. Con la robotica, di cui Coding e pensiero computazionale sono fratelli, gli alunni imparano ad assemblare un kit robot da costruire e, dopo averlo realizzato, a programmarlo. Nella società contemporanea avere familiarità con i concetti di base dell’informatica come materia scientifica è un elemento critico del processo di formazione dei cittadini”.

Durante le attività del modulo “Coding” gli alunni sono stati accompagnati in una prima fase all’uso della programmazione unplugged con l’utilizzo di CodyRoby. In seguito esercitandosi sul sito Code.org hanno ottenuto il certificato “Houre of Code”. Grazie poi alla realizzazione di una classe virtuale su Scratch, divertendosi, hanno potuto svolgere numerosi esercizi che in realtà sembravano giochi. I ragazzi giocano a vincere, ogni sfida significa risolvere problemi. Piccoli problemi come evitare un ostacolo o di farsi catturare, per esempio, da uno dei personaggi cattivi della storia. Per risolvere il problema devono impegnarsi per capire la possibile soluzione e se raggiungono l’obiettivo hanno imparato come fare. Intanto, inconsapevolmente, hanno scritto righe di codice informatico, anche se materialmente non ne hanno scritta nemmeno una e hanno spostato solo dei blocchetti (programmazione a blocchi) rettangolari a ciascuno dei quali corrispondono una funzione e un codice.

Infine gli alunni hanno sviluppato la programmazione di un robot, utilizzando il pensiero computazionale per la risoluzione di problemi che, man mano si trovavano ad affrontare. Nel corso dell’evento finale i veri protagonisti assoluti sono stati i ragazzi che hanno proposto ai loro genitori e a tutti i presenti le varie attività sviluppate nel corso del modulo “Coding”, concludendo hanno presentato anche le evoluzioni del robot da essi programmato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com