breaking news

Siracusa| Cenaco da Italia: priorità parcheggio e videsorveglianza

Siracusa| Cenaco da Italia: priorità parcheggio e videsorveglianza
Cronaca
0

Videosorveglianza, sicurezza, parcheggi e riqualificazione dell’area Cenaco Acradina Grottasanta. Si è parlato di questo stamattina nell’incontro tra il sindaco Francesco Italia e la delegazione del Cenaco di via Tisia guidato dal presidente Franco Veneziano.

Il faccia a faccia fa seguito al confronto ristretto avuto giorni prima con i vertici di Confcommercio Siracusa sull’emergenza criminalità anche nell’area Cenaco (furti, rapine ed atti intimidatori) e la conseguente emergenza di avere un piano di sicurezza pubblica e di videosorveglianza territoriale.

Quest’ultimo, in effetti, è stato oggetto del primo emendamento della giunta Italia. Ma basterà a far frone alle richieste di tutela dei commercianti? Cenaco chiede sostanzialmente il potenziamento del servizio di controllo delle forze dell’ordine sul territorio, in altri termini più presenza di polizia e carabinieri sia di notte che di giorno, cosi come dei Vigili Urbani che, “purtroppo non sono numericamente abbastanza” – ha precisato lo stesso sindaco.

A tal proposito, il Cenaco ha avanzato la proposta del “poliziotto di quartiere” (proprio come accade in Inghilterra, o del “vigile amico”, non uno sceriffo in cerca solo ed esclusivamente di trasgressori del codice della strada o dell’abusivismo commerciale. Terza via: in virtù della risaputa carenza di organico della Polizia Municipale, Cenaco propone la creazione di una figura alternativa su principio volontaristico. Sfruttando la norma ormai diffusa in quasi tutta Italia, quella del “baratto amministrativo”, identificare persone in grado di assicurare il servizio di “vigilantes” e sorveglianza nell’area Cenaco (cosi come in altre zone della città) in cambio dell’esenzione delle tasse comunali (Imu, Tari, etc..).

Durante l’incontro col sindaco Italia si è anche parlato di raccolta di rifiuti urbani e di “spazzamento” delle strade, servizio sempre più carente nell’area Cenaco. Italia ha assicurato che il servizio, previsto nel contratto, verrà ripristinato e potenziato entro settembre non appena il servizio pubblico verrà aggiudicato alla nuova società che vincerà la gara d’appalto.

I legami tra Cenaco e Comune non nascono oggi. In base alla sottoscrizione del protocollo di intesa avvenuta negli ultimi anni con le ultime tre amministrazioni succedutesi (Bufardeci-Visentin-Garozzo) anche con Italia il rapporto istituzionale verrà rinsaldato con il rinnovo del protocollo tra le parti nei prossimi giorni.

Resta sempre alta l’attenzione sul progetto di riqualificazione dell’area Cenaco Acradina Grottasanta per il quale Veneziano ha informato il sindaco che è già operativa una apposita commissione Cenaco pronta a collaborare con l’Ufficio Tecnico del Comune su tutto quanto concerne i lavori che dovrebbero partire non appena verrà espletata la gara. Si resta in attesa del confronto coi tecnici per eventuali suggerimenti.

Un capitolo di spese dedicato ai Cenaco, si è parlato anche di questo con il sindaco, una voce che, auspica Veneziano, verrà nuovamente introdotta nel bilancio di previsione cosi come è stato già operato da Garozzo su placet del consiglio comunale. “Oltre il contributo oneroso – suggerisce Veneziano – sarebbe opportuno inserire una serie di iniziative culturali, ricreative, sportive nei periodi di poca affluenza turistica e di “calma” commerciale, per esempio ad ottobre, in primavera o dopo Capodanno. In una parola: destagionalizzazione degli eventi e decentramento da Ortigia e Borgata.

Altra priorità Cenaco è il parcheggio da realizzare, secondo il progetto di riqualificazione, nei pressi della Palestra Acradina. “Una priorità assoluta – hanno concordato Italia e Veneziano – cosi come l’area mercatale da destinare agli ambulanti”. Tra le novità, il turismo commerciale. Un obiettivo a cui il Cenaco tende da parecchi anni, e che potrà diventare realtà partendo, intanto, dalla istituzione di una fermata del bus navetta a Largo Dicone (attualmente la fermata si trova ai Cappuccini – Monumenti Caduti). Sarebbe il primo step per iniziare a parlare di centro commerciale naturale aperto anche ai turisti che da Ortigia intendono spostarsi per fare shopping. (rt)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com