breaking news

Siracusa| Vent’anni per la pace, gruppo preghiere al Santuario

23 Novembre 2018 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Vent’anni per la pace, gruppo preghiere al Santuario
Attualità
0

“Vent’anni per la pace”, Incontro per la pace  alla Basilica Santuario Madonna delle Lacrime. “Se vuoi la pace lavora per la giustizia”.

Sabato 24 novembre, dalle ore 9.30, alla Basilica Santuario della Madonna delle Lacrime a Siracusa, avrà luogo l’Incontro promosso dai Gruppi di preghiera della Regina della Pace, dal titolo “Vent’anni per la pace”. Si celebra quest’anno la ricorrenza dal primo incontro per la pace che i Gruppi hanno organizzato a Siracusa. Quest’anno interverranno padre Gian Matteo Roggio (foto) docente alla Pontificia Facoltà Teologica Marianum Roma; il giornalista e scrittore, Saverio Gaeta; don Giuseppe Fausciana, direttore dell’Ufficio pastorale per la scuola e l’università della Conferenza episcopale siciliana; il mistico, don Zlatko Sudac; Giuseppe Cartella, coordinatore dei Gruppi di preghiera della Regina della pace. Ad aprire la giornata saranno i saluti dell’arcivescovo, mons. Salvatore Pappalardo, e del rettore del Santuario, don Aurelio Russo.

“La pace diventa vita, messaggio e azione in ogni circostanza della vita, personale, familiare, sociale e religiosa – ha spiegato Giuseppe Cartella, presentando l’incontro -. Come continuamente ribadito da Giovanni Paolo II e da Papa Francesco, oggi,  anche noi sappiamo per via della fede che il dono della pace è al tempo stesso una responsabilità umana data a tutti e a ciascuno. Insegnava Paolo VI: “se vuoi la pace lavora per la giustizia”. Come cattolici abbiamo un grande contributo da dare per la costruzione di una società più giusta.

Il senso tradizionale della giustizia può essere arricchito dalla rivelazione cristiana per condurre ad un rinnovato e più profondo impegno per un autentico sviluppo umano per tutti e per assicurare l’armonia tra le differenti razze, la libertà religiosa, il benessere sociale e una calda accoglienza per i rifugiati. Tutto questo contribuisce a promuovere oggi una società più giusta ed umana e una maggiore pace nel mondo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com