breaking news

Siracusa| Parco Piazza Adda, da oggi si chiamerà Dino Cartia

5 Dicembre 2018 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Parco Piazza Adda, da oggi si chiamerà Dino Cartia
Attualità
0

Il parco di Piazza Adda intitolato a Dino Cartia. Lo ha deliberato la giunta comunale accogliendo la proposta avanzata dalla Commissione toponomastica che ha valutato la richiesta avanzata lo scorso anno dall’Assostampa di Siracusa.

“L’ufficialità arriva nel giorno del compleanno di Dino – ha dichiarato il segretario provinciale Assostampa, Prospero Dente – Ho sentito personalmente il sindaco Francesco Italia per ringraziarlo e, attraverso lui, estendere il compiacimento e la gratitudine alla Giunta e all’intera Commissione toponomastica. Quel luogo rappresenterà un’area di aggregazione dove la memoria della città si farà strumento di crescita per i giovani e per quanti amano Siracusa.”

Chi era Corrado Cartia detto Dino. Corrado Cartia è nato a Siracusa il 5 Dicembre del 1941, scomparso 1 Dicembre del 2012 è stato un personaggio eclettico della cultura siracusana. Nel 1970 fonda la “ Editrice Meridionale” che nel 1972 trasferisce a Roma e trasforma in “Cartia Editore”. Pubblica in pochi anni circa 200 libri e tra i suoi autori ricordiamo personaggi come il giornalista Ruggero Orlando, il filosofo Fortunato Pasqualino, il vaticanista e giornalista Rai Dante Alimenti, il critico teatrale Andrea Bisicchia, lo scrittore e il fondatore del premio Viareggio Leonida Repaci, l’editore e proprietario de “ Il Corriere dello Sport-Stadio” Fernando Romeo, il dirigente rai Gianni Boari.
Con l’avvento delle televisioni private i suoi interessi si spostano anche in questo settore e nel 1975 Padre Virginio Rotondi lo invita a curare la televisione Antenna 4, di cui era direttore, una rubrica culturale che mantiene con successo per un anno finchè un’altra televisione romana,  Teleregione Roma, gli offre di curare l’organizzazione dei programmi culturali e di intrattenimento dell’emittente televisiva.  Dal 1981 al 1994 lavora per la Rai, settore radiofonico, come programmista regista per il “ Notturno Italiano” e servizi giornalistici per l’estero; per la Rai Sicilia come collaboratore per la provincia di Siracusa. E’ stato componente della “ Commissione Censura” presso il Ministero dello spettacolo e turismo di Roma per conto dell’ UNUPADEC.
Nel 1987 torna nella sua amata Siracusa e Telecolor Catania gli offre di curare la trasmissione “Buongiorno Sicilia” che andava in onda dalle ore 07:00 alle 13:00. A Siracusa lavora per VideoSiracusa, VIdeoRegione, TeleMarte. Dal 1995 viene nominato “ Esperto per l’informazione” della Provincia Regionale di Siracusa per la quale dirige il mensile di informazione dell’Ente “ La Provincia di Siracusa”. In seguito si occupa dell’ufficio stampa del Consiglio provinciale dirigendo anche il bollettino “ Provincia Informa” fino al 2005.
Ha svolto numerose iniziative nel campo degli uffici stampa per conto di Comuni, anche della provincia di Siracusa, Catania e Roma e di alcuno Enti turistici siciliani.  Ha partecipato a 17 produzioni cinematografiche, tra cui “ Il paramedico” con Enrico Montesano ed Edwige Fenech, nonché “ Brogliaccio d’amore” con E.M. Salerno e Senta Berger.  Gli sono stati assegnati numerosi riconoscimenti a livello nazionale per la letteratura, l’informazione e la professione di giornalista. Ha ricevuto diversi premi tra i quali il Donatello, il Viareggio Opera 1°, il Capodieci, il premio del Presidente della regione Siciliana Rino Nicolosi. Studioso della famiglia Vittorini e di Elio in particolare, ha promosso e realizzato la intitolazione della stazione ferroviaria di Siracusa a Sebastiano Vittorini, padre di Elio. Ha pubblicato: nel 1979 un libro di poesie “ L’incerto vive, un cuore chiuso per ferie (ed. R. Croce, Roma); nel 2003 “ Pezzi a memoria”, nel 2006 “ Vermexio racconta”; nel 2009 “ La Provincia racconta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com