breaking news

Augusta| Trasporto disabili: il consigliere Tribulato pronto allo sciopero della fame.

Augusta| Trasporto disabili: il consigliere Tribulato pronto allo sciopero della fame.
Attualità
0

Resta fermo, nell’autoparco comunale, il pulmino che serve il trasporto gratuito dei diversamente abili verso il Csr (centro siciliano di riabilitazione). Il consigliere Tribulato annuncia per i prossimi giorni l’avvio dello sciopero della fame. Anche l’associazione 20 Novembre 1989 si dice pronta ad azioni forti e incisive.

Dall’11 dicembre scorso, a causa di un guasto al pulmino, gli utenti fruitori del trasporto verso il Csr non possono sottoporsi a terapia riabilitativa. In corso la riparazione del mezzo, che però richiederà ancora all’incirca una settimana. Dal comando della polizia municipale, al quale si è rivolto per chiedere notizie, il consigliere di Attiva Mente, Biagio Tribulato, ha appreso che i  lavori di riparazione del pulmino si stanno svolgendo. Sostituito già il semiasse e sono in procinto di esecuzione gli interventi di ripristino del tubo compressore del motore. “Purtroppo però – dichiara Tribulato – la nuova pompa di iniezione arriverà la prossima settimana e, quindi, anche i prossimi giorni trascorreranno senza servizio. Già lo scorso ottobre, in concomitanza con l’ennesimo guasto del mezzo con conseguente interruzione del trasporto, avevo chiesto aiuto anche all’Autorità di sistema portuale del mare della Sicilia orientale, ma finora non ho ricevuto alcuna risposta. Continuo questa lotta perché i servizi essenziali per i cittadini vanno tutelati con tutte le forze e ciò non sta avvenendo. Il problema persiste da mesi e le riparazioni sono interventi tampone, utili solo a mettere una pezza a un buco grande.

Se entro il 15 gennaio non si risolverà il problema attuerò una forma di protesta forte: inizierò a oltranza uno sciopero della fame fino a quando il problema, che coinvolge tante famiglie augustane, non verrà risolto”. Il consigliere comunale ricorda che gli utenti che usufruiscono del servizio sono impossibilitati a recarsi al centro siciliano di riabilitazione con un proprio mezzo. “I fruitori del trasporto gratuito da e per il Csr – conclude Tribulato – stanno perdendo la possibilità di sottoporsi a terapia riabilitativa. Ritengo politica si debba occupare dei problemi seri come questi e non solo della gestione dei capodanni in piazza”.

Anche il vice presidente provinciale dell’associazione 20 Novembre 1989, Sebastiano Amenta si dice, a nome di tutte le famiglie i cui figli beneficiano del servizio, stanco di tale situazione che continua a protrarsi. Da diverso tempo Amenta e Tribulato sollecitano il Comune ad acquistare un nuovo mezzo, in quanto solo così si porrà fine al problema, che si ripresenta a cadenza quasi mensile. Ricordano che L’art. 26 delle Legge 104/92 prevede che questo servizio vada erogato dagli enti locali in modo perpetuo e senza interruzioni. L’associazione che a livello locale e nazionale sostiene battaglie legali per la tutela dei diritti dei diversamente abili ha vinto un ricorso contro il Comune di Roma, che non concedeva il trasporto gratuito a una bambina affetta da sordità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com