breaking news

Augusta| Scuole fredde: oggi incontro con gli assessori comunali.

14 Gennaio 2019 | by Redazione Webmarte
Augusta|  Scuole fredde: oggi incontro con gli assessori comunali.
Attualità
0

La lancetta delle temperature sta risalendo, ma le aule dei plessi scolastici restano ancora fredde. Nessuna soluzione è arrivata, al momento, per risolvere il problema che penalizza la maggior parte delle scuole cittadine. Per oggi alle 17 è previsto un incontro con gli assessori alla PI e ai LL.PP chiesto dal consigliere comunale Giancarlo Triberio. Intanto i genitori degli alunni del plesso di Brucoli stanno avviando una raccolta firme per chiedere l’installazione di pompe di calore.

 

Le temperature da record registrate in questi giorni si stanno pian piano attenuando, ma è sempre vivo il problema dell’assenza di riscaldamento nella maggior parte delle scuole di Augusta. Annunciata la raccolta firme dei genitori degli alunni che frequentano il plesso di Brucoli, per chiedere l’installazione di pompe di calore. “Le stufe non bastano” affermano le famiglie che si dicono pronte a manifestare qualora il Comune non darà soluzione definitiva al un problema che si presenta ogni anni durante l’inverno nella scuola che insiste nel borgo marinaro. Stagione invernale insopportabile per la maggior parte degli alunni delle scuole augustane, che per difendersi dalle gelide temperature portano in classe plaid e scaldini per le mani e i piedi. L’unica scuola interamente riscaldata è il IV Istituto comprensivo “Domenico Costa”, diretto da Michele Accolla, che come fa sapere il preside è dotato di un impianto di riscaldamento autonomo, installato con fondi europei nel plesso centrale, mentre nel Polivalente che ospita le classi della scuola dell’infanzia del Costa e classi di scuola primaria e dell’infanzia del III Istituto comprensivo “Salvatore Todaro”, di cui è dirigente Rita Spada, è stato messo in funzione l’impianto di climatizzazione dagli operai della squadra lavori comunali. Gli stessi che, a detta dell’assessore alla Pubblica Istruzione, Giusy Sirena, dovrebbero recarsi a breve  nei vari plessi per far fronte alle varie criticità per cercare di risolverle.

Ma intanto il periodo della stagione invernale in cui il freddo, secondo le previsioni metereologiche, è particolarmente intenso sta trascorrendo senza immediate soluzioni. Soluzioni che la comunità si augura arrivino, quantomeno, per il prossimo anno per scongiurare i disagi che stanno vivendo gli alunni, soprattutto i bambini. Nel plesso di Brucoli del II Istituto comprensivo “Orso Mario Corbino” dove con il ricavato di una fiera del dolce allestita dalle famiglie in occasione del Natale 2017 sono state acquistate delle piccole stufe, i genitori esigono un impianto adeguato confacente alle esigenze della scuola. Non basta dotare il plesso di stufe a olio come quelle (in totale una cinquantina) che sono state acquistate l’anno scorso e distribuite alle scuole di cui oggi non si ha traccia. Il plesso di Brucoli, è sprovvisto di impianto di riscaldamento da quando venne ristrutturato. Nel settembre del 2011, data di riapertura della scuola la vecchia caldaia, non c’era più. Dai rubinetti della scuola scorre acqua calda in seguito a una donazione fatta dalla società Gespi che ha consentito l’acquisto di scaldabagni. Il problema dell’assenza di riscaldamento è stato rappresentato, più volte, agli uffici comunali da Adriana Pulvirenti, componente del Consiglio di istituto. Il plesso “Morvillo” del Corbino venne progettato senza impianto di riscaldamento, mentre nel plesso “Laface” i climatizzatori richiedono manutenzione. Anche il plesso Saline del Todaro non è riscaldato.

Aule fredde anche nei plessi del I Istituto comprensivo “Principe di Napoli” dove sono inattive, al momento, sia la caldaia sia le pompe di calore. Nella morsa del gelo anche il plesso saline del Todaro. Il consigliere comunale, Giancarlo Triberio in una nota inviata al sindaco, agli assessori alla Pubblica istruzione e ai Lavori pubblici e ai rispettivi settori ha sollecitato interventi per manutenzione-riparazione climatizzatori e fornitura di pompe di calore o stufe. “Dopo aver raccolto le numerose e giustificate istanze dei genitori – afferma Triberio- e avendo constatato di persona tale necessità, chiedo un intervento urgente per mitigare i disagi, nonché la celere programmazione di una verifica dello stato delle caldaie esistenti e di altre installazioni per rendere funzionante un sistema di riscaldamento dell’aria e dell’acqua indispensabile per difendersi dalle basse temperature che gli alunni stanno soffrendo in questo periodo invernale”.  Oggi alle 17 i consigliere Triberio accompagnato dai presidenti del Consiglio di istituto delle 4 scuole comunali della città incontrerà gli assessori alla Pubblica Istruzione e ai Lavori pubblici e i responsabili dei relativi settori.

Anche il consigliere comunale di Attiva Mente, Biagio Tribulato è stato contattato da diversi genitori di alunni che frequentano i plessi dei vari istituti comprensivi di Augusta  che lamentano il freddo nelle aule, “tema di ogni anno – commenta Tribulato  e su cui non è stata posta mai attenzione nel dovuto modo. Questo è il terzo anno in cui allertiamo l’amministrazione comunale affinché si attivi nei tempi utili per evitare che i bambini restino in classe con sciarpe, cappellini e giubbotti, ma niente ad oggi è stato fatto.  Ho contattato l’ assessore alla Pubblica istruzione che mi ha riferito di aver a sua volta chiesto all’assessore ai Lavori pubblici di fotografare lo stato attuale dei plessi. Dopo 4 anni le criticità mai risolte sono sempre le stesse e i dirigenti scolastici le hanno comunicate fin troppe volte, le hanno rappresentate ripetutamente. Mi rattrista essere conscio del fatto che, niente sarà fatto neanche quest’ anno, mi rattrista saperlo perché, se non ci si occupa adeguatamente nemmeno delle scuole mi domando di che cosa la politica locale si debba occupare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com