breaking news

Siracusa| San Giovannello alla Giudecca invaso da tavoli. O.S. non ci sta

14 Gennaio 2019 | by Redazione Webmarte
Siracusa| San Giovannello alla Giudecca invaso da tavoli. O.S. non ci sta
Cronaca
0

Appello al Comune e alla Sovrintendenza per l’attuazione dell’articolo 52 del Codice dei Beni Culturali. Ripartiamo da San Giovannello alla Giudecca

Il Comitato Ortigia Sostenibile segnala alla Soprintendenza, al sindaco, al Prefetto, all’assessorato regionale dei Beni Culturali, alla Procura della Repubblica un altro caso di mancata protezione di bene culturale in area pubblica di valore archeologico, storico, artistico e paesaggistico: San Giovanello alla Giudecca. Se ne parlò anche in occasione di un convegno alla Camera di Commercio in cui vennero registrate dichiarazioni pubbliche da parte dell’allora vice sindaco – ora sindaco – Francesco Italia, e della dirigente dell’Unità storico-architettonica della Soprintendenza, proprio in merito all’attuazione dei propri obblighi di legge.  Ma, di fatto,  – fa sapere Ortigia Sostenibile, non risultano istituiti né un accordo di pianificazione fra Comune e Sovrintendenza, né un tavolo tecnico, così come non risulta siano state adottate singole misure di regolamentazione, prevenzione, repressione o revoca di fenomeni di occupazione del suolo pubblico in prossimità dei Beni del Patrimonio storico-culturale.

Due anni, trascorsi, senza evidenti segnali di controllo o ripristino di situazioni in evidente stato di violazione alla norma. “L’anno 2018 ha visto nascere non pochi esempi di dubbia liceità, e fra questi, – elenca O.S. – oggetto di non poche polemiche, il chiosco-bar della Piazza d’Arme del Castello Maniace, il dehors-pizzeria sul sagrato della chiesa di San Giovannello, la disposizione di tavolini  e banchetti di souvenir in prossimità della scalinata della Chiesa del Collegio, il dehors-bar sul Cantonale monumentale del Teatro Comunale, le invasive installazioni commerciali sulla via Saverio Landolina, via del Crocefisso ristretta dai tavoli della pizzeria, spazi occupati da sedie e tavolini segnati dai contenitori della spazzatura in via dei Mille,  e ancora, l’anarchia di furgoni per consegna merci a tutte le ore del giorno nel centro storico, compresa piazza Duomo e piazza Minerva”.

Uno per tutti, l’esempio che oggi il comitato vuole porre all’attenzione è la Chiesa di San Giovannello alla Giudecca,  oggi, e da anni ormai, occupata sul portale d’ingresso da un dehors -pizzeria. “E’ evidente che si tratti di suolo pubblico concesso al privato legalmente, ma questo, se possibile, rende ancora più inquietante la vicenda – scrive il Comitato Ortigia Sostenibile che ri-comincia da qui, col nuovo anno, questa ennesima battaglia, appellandosi con forza all’articolo 52 del Codice dei Beni Culturali, perché Comune e Soprintendenza adottino le previste misure per il decoro del Patrimonio artistico -culturale della città, e in particolare del centro storico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com