breaking news

Siracusa| Il parco della Neapolis tra quelli istituiti dal governo siciliano

Siracusa| Il parco della Neapolis tra quelli istituiti dal governo siciliano
Cultura
0

Il sindaco Italia e l’assessore alla cultura Granata plaudono a questa decisione, frutto del lavoro comune tra Granata ed il compianto assessore regionale ai beni culturali Sebastiano Tusa

A seguito della firma del decreto di istituzione del Parco della Neapolis, il sindaco Francesco Italia e l’assessore alla cultura, Fabio Granata, hanno diffuso una nota alla stampa.

“Il completamento del sistema dei parchi archeologici, con la piena applicazione della legge Granata (numero 20 del 2000)-esordiscono Italia e Granata-la conseguente istituzione del grande Parco archeologico di Siracusa, segna una giornata storica per la città. Il nostro pensiero corre a Sebastiano Tusa, protagonista indimenticabile di questo passaggio storico per la valorizzazione dell’Heritage.

A nome dell’Amministrazione esprimiamo altresì apprezzamento per la fermezza del presidente Nello Musumeci-aggiungono Italia e Granata-nel rispettare la piena applicazione della legge scrivendo così una bellissima pagina per la Sicilia.

Per Siracusa sarà un’ulteriore accelerazione verso un destino di capitale culturale europea: adesso potremo valorizzare pienamente e in modo organizzato un patrimonio inestimabile che va dalla Neapolis al castello Eurialo passando per le mura dionigiane, per il tempio di Giove e il ginnasio romano fino al sistema delle latomie.

Auspichiamo la nomina di un direttore autorevole-continuano Italia e Granata-che possa collaborare con l’Amministrazione di Siracusa nella creazione di una straordinaria opportunità di offerta culturale e di sviluppo economico attraverso la sapiente utilizzazione di tutti gli introiti del Parco, introiti che creeranno servizi, collegamenti, eventi e aperture prolungate e sistematiche di tutti i siti.

Una grande opportunità anche per nuovi posti di lavoro qualificati per i nostri giovani e per servizi sempre più efficienti a turisti e viaggiatori.

Siamo certi che la decisione di collegare il nostro parco a quello di Eloro e Tellaro-concludono Italia e Granata-sarà motivo di intelligente collaborazione con l’Amministrazione di Noto, con la quale condividiamo da anni strategie comuni per il nostro Sudest: ci piace pensare che oggi nasca anche il grande parco archeologico del Sudest. Sebastiano Tusa ne sarebbe orgoglioso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com