breaking news

Priolo Gargallo| Nuovi processi formativi e innovativi per il Ciapi

Priolo Gargallo| Nuovi processi formativi e innovativi per il Ciapi
Politica
0

La proposta è quella di trasformare il Centro interaziendale Addestramento Professionale Integrato di Priolo, soppiantando l’indirizzo formativo tradizionale, in incubatore di nuove tecnologie per una sempre più crescente richiesta dal mercato del lavoro.

Ad annunciarlo è il deputato regionale Daniela Ternullo che, grazie ad accordi di programma tra Regione, comuni, università, parti sociali e aziende, accoglie e condivide la proposta firmata dal consigliere comunale  Alessandro Biamonte, sposata dal vice presidente di Ancisicilia Paolo Amenta, ed approvata ad oggi dai comuni di Augusta, Canicattini, Buscemi, Palazzolo. “Si potrebbe trasformare il “Ciapi” in un incubatore di questo nuovo sviluppo che, soppiantando di fatto la formazione tradizionale, avvia processi formativi decisamente più innovativi e reali interpreti della richiesta occupazionale. – sostiene Ternullo – Risulta fondamentale avere un’idea di sviluppo della nostra provincia e la creazione di  un centro di ricerca e di applicazione delle nuove tecnologie, in particolar modo nel campo delle energie rinnovabili, che preveda la formazione di nuove figure e la riqualificazione delle tantissime persone che hanno perso il lavoro, penso che sia un’ottima idea per mettere in moto meccanismi virtuosi e lungimiranti.

“La Sicilia deve guardare avanti nello sviluppo sostenibile e nell’innovazione tecnologica, offrendo ai suoi giovani e a quanti hanno perso il lavoro l’opportunità di formarsi e qualificarsi per questa grande sfida che l’Europa ci indica, – ha proseguito – un nuovo percorso di sostenibilità sulle rinnovabili e sull’efficienza energetica alla luce anche degli obiettivi energetici e climatici del 2030 che ci chiamano alla riduzione del 40% di CO2“. La proposta apolitica e apartitica di trasformare il CIAPI,  in un polo di eccellenza in campo energetico e tecnologico, abbandonando la formazione tradizionale, sottolinea Ternullo, andrebbe verso questa direzione, ponendo la Sicilia all’avanguardia nel bacino del Mediterraneo, per essere competitiva e preparata ad affrontare una delle più importanti sfide del futuro. “In duplice veste da consigliere comunale e da deputato regionale – ha concluso Ternullo – farò di tutto nel rispetto delle normative vigenti nella legalità e  nella trasparenza, affinché la proposta sia approvata dal comune di Melilli, e mi impegnerò ad attuare tutti quei meccanismi previsti dalla legge affinché questo progetto ambizioso e lungimirante possa coinvolgere sempre più attori e diventare  realtà“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com