breaking news

Francofonte | Tentato omicidio di villa Idria, arrestati due fratelli di 20 e 17 anni

6 Luglio 2019 | by Silvio Breci
Francofonte | Tentato omicidio di villa Idria, arrestati due fratelli di 20 e 17 anni
Cronaca
0

Sono stati fermati dai carabinieri dopo 48 ore di indagini serrate. I fermi convalidati dalle competenti autorità giudiziarie. La vittima era stata raggiunta al piede e al ginocchio da due colpi di pistola calibro 7.65.

Gli autori. Sono due giovani fratelli di 20 e 17 i presunti responsabili del tentato omicidio compiuto la notte dello scorso 1 luglio, all’interno di villa Idria, ai danni del ventenne Jason Lia, raggiunto da due colpi di pistola calibro 7.65 e ferito al piede e al ginocchio. All’alba di mercoledì – ma la notizia è stata resa nota solo oggi – i carabinieri della locale stazione, insieme al personale del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Augusta, a conclusione di una minuziosa e serrata indagine, hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria due fratelli di Francofonte, già noti alle forze dell’ordine, poiché ritenuti responsabili del tentato omicidio del ventenne.

Il tentato omicidio. La vittima, come si ricorderà, mentre si trovava all’interno di villa Idria veniva raggiunta da due colpi d’arma da fuoco sparati da ignoti, fuggiti subito dopo l’agguato. Immediatamente trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Lentini, il ferito veniva sottoposto a un intervento chirurgico ma dichiarato fortunatamente non in pericolo di vita.

Le indagini e il movente. Per risalire all’identità dei presunti responsabili del tentato omicidio si sono rivelate utili le immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza, come anche la conoscenza approfondita delle dinamiche sociali della cittadina. Tutti elementi che hanno permesso ai carabinieri di Francofonte e Augusta di giungere nel giro di 48 ore all’individuazione dei presunti responsabili, i quali avrebbero agito a quanto pare per contrasti interpersonali.

Arresti convalidati dall’autorità giudiziaria. I due fermati, espletate le formalità di rito, sono stati trasferiti il 20enne nel carcere di contrada Cavadonna a Siracusa e il 17enne nel centro di prima accoglienza di Catania a disposizione delle competenti autorità giudiziarie, che tra le giornate di ieri e di oggi hanno convalidato gli arresti e confermato i luoghi di detenzione.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com