breaking news

Augusta| Controlli congiunti sui prodotti ittici al mercato rionale e a Brucoli

Augusta| Controlli congiunti sui prodotti ittici al mercato rionale e a Brucoli
Cronaca
0

Controlli a tappeto sono stati eseguiti dalla dalla Guardia costiera, polizia di Stato e Polizia municipale sulla sulla filiera ittica del pescato tra i venditori del mercato rionale del “giovedì”, ad augusta, e a Brucoli.

L’operazione ha portato al sequestro circa 23 kg di pesce, tra cozze e gamberi, oltre a circa 70 kg di frutta. Elevate sanzioni, inoltre, per circa 3.700 euro­­­ per mancanza di documentazione attestante la tracciabilità dei prodotti e per esercizio irregolare di attività ambulante. L’intervento congiunto, si è svolto nell’ambito dell’operazione “Action Day” condotta sotto l’egida dell’Autorità di pubblica sicurezza. I prodotti alimentari tutti giudicati non edibili da parte del servizio Veterinario di Augusta facente capo all’A.S.P. di Siracusa, sono poi stati avviati a corretto smaltimento. A margine dell’’operazione congiunta portata a termine dagli organi dello Stato sull’efficacia e la tutela della collettività, è intervenuto il portavoce del comitato spontaneo Marco Bertoni. Che ha elogiato il lavoro di controllo delle forze dell’Ordine sulla tutela e la commerciabilità dei prodotti ittici a garanzia dei consumatori, ma nel contempo, ha voluto spezzare una lancia in favore degli ultimi pescatori rimasti nella frazione di Brucoli. Che con grandi sacrifici e dedizione per questo mestiere, sempre più alla “deriva”, vanno salvaguardati, anteponendo prima di tutto il pieno rispetto delle regole. La sanzione di 1500 euro al giovane pescatore di Brucoli, che da anni svolge in regola il proprio lavoro sotto la piazzetta Belvedere di Brucoli, sostiene Bertoni, dopo una mattinata trascorsa in mare per poi vendere il pescato fresco sotto l’area di attracco della piazzetta, è stata una vera batosta. Purtroppo, spiega Bertoni, dopo una certa ora il sole (che arriva a temperature elevate), e vista l’assenza di strutture protettive e di servizio idrico, i pescatori sono costretti a vendere il pesce poco più là, all’ombra, per non danneggiare il pescato. Bertoni, portavoce del comitato spontaneo, infine, auspica che questo problema possa essere risolto istituendo un tavolo tecnico tra i rappresentanti del Comune e una rappresentanza di pescatori della zona, affinchè l’area sotto piazzetta Belvedere possa essere attrezzata di gazebo o similari e di fontanelle, permettendo agli stessi pescatori che arrivano con le barche dal mare, di vendere in sicurezza e nel rispetto delle regole il loro pesce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com