breaking news

Agnone Bagni | Cultura, tradizioni, salvaguardia e valorizzazione dell’antico borgo marinaro

9 Agosto 2019 | by Silvio Breci
Agnone Bagni | Cultura, tradizioni, salvaguardia e valorizzazione dell’antico borgo marinaro
Attualità
0

Tutto pronto per “Agnone Bagni Beach Day” in programma domani: sfilate, proiezioni, musica. L’iniziativa promossa dall’associazione Musica & Parole con il patrocinio di Augusta, Lentini, Carlentini e Francofonte.

Ecco “Agnone Bagni Beach Day”. Una giornata dedicata alla cultura, alle tradizioni, alla rivalutazione dell’antico borgo marinaro di Agnone Bagni, località balneare in territorio di Augusta ma storicamente frequentata da lentinesi, carlentinesi e francofontesi. È “Agnone Bagni Beach Day”, atteso evento estivo che si svolgerà domani 10 agosto. Promossa dall’associazione Musica & Parole con il patrocinio dei Comuni di Augusta, Lentini, Carlentini e Francofonte, l’iniziativa si svolgerà in collaborazione con l’Associazione intercomunale Agnone Bagni, la sezione di Augusta di Italia Nostra, la Croce Rossa Italiana e il liceo artistico “Pier Luigi Nervi” di Lentini.

Il programma. Alle 18.30, dal palco in spiaggia, in programma gli interventi di Italia Nostra con una proiezione e la narrazione sulla bellezza del borgo e dell’intera costa. Alle 20.30 la sfilata degli abiti del riciclo a cura del liceo artistico di Lentini e alle 22 il concerto dei Raplay. Nonostante l’urbanizzazione selvaggia della costa a partire dagli anni Sessanta, quello di Agnone continua a rimanere uno dei litorali più incantevoli della Sicilia Orientale.

La storia di Agnone Bagni. «Il mare che si dispiega, con calma riposante, in maestosa curva falcata, avente come sfondo la colossale piramide dell’Etna”. È la suggestiva descrizione che fa della spiaggia di Agnone Bagni, ampia area costiera a sud della spianata alluvionale del fiume San Leonardo, lo storico e archeologo Giuseppe Agnello. Col nome di Agnone viene oggi identificata la zona costiera del vastissimo feudo Murgo, toponimo nel quale probabilmente sopravvive il ricordo dell’antichissima Murganzia, città fondata dai Morgeti sul finire del XIII secolo a.C., di cui parlano gli storici Dionigi di Alicarnasso e Tito Livio. Murganzia sarebbe stata distrutta dai Saraceni nell’VIII secolo. Persasi ogni traccia della città, Agnone col suo porto, il cosiddetto “caricatore”, continuò a rappresentare il naturale scalo marittimo e commerciale di Lentini. L’importanza del “caricatore” di grano, definitivamente abolito all’inizio dell’Ottocento, è testimoniata dalle numerose carte geografiche nelle quali è indicata la sua esistenza.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com