breaking news

Lentini | Parte il “piano strade”, pronti 130 mila euro per i primi interventi

13 Agosto 2019 | by Silvio Breci
Lentini | Parte il “piano strade”, pronti 130 mila euro per i primi interventi
Attualità
0

Alcune delle principali strade dell’abitato saranno scarificate e asfaltate. Si comincerà con via Seggio e via Libertà, via San Paolo, via Manzoni e le vie Milazzo, Focea, Morandi e Pertini.

Via al “piano strade”. L’amministrazione comunale dà il via al cosiddetto “piano strade”, un quasi radicale intervento di ammodernamento di alcune delle principali strade del centro abitato, che saranno integralmente scarificate e asfaltate. «Un piano – precisa il sindaco Saverio Bosco – che ci consentirà di lasciare a chi verrà dopo di noi strade degne di questo nome, ovvero strade di una città normale». La giunta – delibera immediatamente esecutiva numero 135 del 9 agosto – ha messo sul tavolo i primi 130 mila euro, poco meno di 100 mila al netto dei costi per la sicurezza, l’Iva e gli oneri accessori. Si tratta di risorse del bilancio comunale destinate a un primo intervento che riguarderà un blocco di strade oggi in condizioni disastrate, ricadenti nei diversi quartieri della città.

Le prime strade interessate dal piano. Si comincerà con via Seggio e via Libertà nella zona dello stadio comunale, con via San Paolo nell’omonimo storico quartiere (nella foto di copertina), con via Manzoni e con le vie Milazzo, Focea, Morandi e Pertini. Un intervento che in realtà si aggiunge a quelli già effettuati dal 2016 – anno di insediamento dell’amministrazione Bosco – a oggi e che hanno riguardato prima via Etnea, poi via San Francesco d’Assisi, quindi la centralissima via Garibaldi, un tempo cuore commerciale e salotto buono della città, integralmente ripavimentata, anch’essa con risorse del bilancio comunale, con masselli autobloccanti.

Bosco: «Passare dalla logica dei rattoppi al rifacimento integrale». «Gestire Lentini – sottolinea Bosco – significa gestire una città con tante, forse troppe emergenze, legate alle condizioni di fatiscenza della rete idrica e fognaria, alla complessa gestione del ciclo dei rifiuti, alla sicurezza stradale. Ecco, pensiamo di affrontare queste emergenze evitando gli errori del passato, approntando dei piani specifici che sappiano guardare al futuro, che prevedano interventi graduali e, anno dopo anno, investimenti oculati attraverso l’utilizzo di risorse comunali, regionali e nazionali. L’approvazione del “piano strade” è un esempio di questa metodica. Interverremo nei principali quattro quartieri della città, soprattutto in quelli che hanno purtroppo una rete stradale disastrata e che dunque necessitano di un intervento radicale. Penso al quartiere San Paolo, a quello intorno allo stadio, al quartiere Soprafiera e a via Quattro Canti e soprattutto al nuovo quartiere Sant’Antonio e alle vie Colombo, Crimi, Martiri della Libertà, che assumeranno una valenza particolare quando sarà ultimato l’atteso intervento di ammodernamento di via Etnea, il cui avvio è previsto per i primi di settembre. L’obiettivo del piano – conclude il primo cittadino – è quello di passare gradualmente dalla logica dei rattoppi a quella del rifacimento integrale delle strade».

Valenti: «Inizio previsto per settembre». Oltre quelle del primo blocco (vie Seggio e Libertà; via San Paolo; vie Milazzo, Focea, Morandi e Pertini; via Manzoni), il “piano strade” prevede dunque il rifacimento anche delle vie Erice, Termini e Dello Stadio; delle vie Colombo, Crimi e Martiri della Libertà; della via Quattro Canti. «Le strade interessate dal piano – spiega l’assessore ai lavori pubblici, Alessio Valenti, che già lo scorso marzo, con un specifico atto di indirizzo politico, diede mandato al coordinatore del settore lavori pubblici e manutenzioni di avviare la progettazione dell’intervento – saranno scarificate e asfaltate quasi per intero, fatti salvi ovviamente i tratti ancora in buono stato. Stimiamo di avviare concretamente i lavori a settembre, non appena sarà stato ultimato l’iter di affidamento attraverso l’acquisizione dei preventivi con relativi ribassi di almeno tre operatori economici, così come prevede la procedura sblocca cantieri per la fascia inferiore a 150 mila euro. La progettazione è già pronta per tutte le strade previste dal piano, ma ovviamente procederemo per tappe in base alla disponibilità economica».

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com