breaking news

Augusta| Ponte interdetto ai Tir: disagi per le imprese segnalati da Confartigianato

16 Settembre 2019 | by Redazione Webmarte
Augusta| Ponte interdetto ai Tir: disagi per le imprese segnalati da Confartigianato
Attualità
0

Limitazioni al traffico dei Tir, Confartigianato chiede una soluzione per i disagi arrecati alle imprese, Disponibilità da parte del sindaco, Cettina Di Pietro che ha istituito un tavolo di confronto.

Il presidente provinciale di Confartigianato Imprese Siracusa, Daniele La Porta, ha partecipato al tavolo di confronto, convocato dall’amministrazione comunale di Augusta, per individuare una soluzione che limiti al massimo i disagi provocati alle imprese dalla chiusura al traffico del ponte del Rivellino ai veicoli di massa superiore ai 3,5 tonnellate. Le imprese che eseguono determinate tipologie di lavoro, infatti, hanno l’esigenza di utilizzare per il trasporto nell’isola di Augusta, mezzi che superano tale massa e la limitazione imposta dal Comune sta arrecando notevoli disagi e spesso anche l’impossibilità a svolgere le stesse attività d’impresa.e

Da ciò è scaturita la riunione di venerdì, voluta fortemente dalle imprese e dagli operatori economici dell’Isola di cui si è fatto portavoce il presidente La Porta che ha chiesto di trovare una soluzione urgente che da una parte non penalizzi gli imprenditori e dall’altra garantisca la pubblica incolumità. Disponibilità alla ricerca di una soluzione è stata manifestata dall’amministrazione comunale rappresentata dal sindaco, Cettina Di Pietro, che ha ritenuto opportuno riunire tutti i soggetti interessati dal problema. L’incontro ha prodotto una serie di proposte al vaglio dei tecnici dei vari settori interessati che si spera possano alleviare le difficoltà alle imprese.

«L’esigenza di tutela della pubblica incolumità è certamente fondamentale – ha dichiarato il presidente di Confartigianato Imprese Siracusa – ma, se come in questo caso, possono essere salvaguardati anche gli interessi degli imprenditori, è un dovere di tutte le parti in causa trovare soluzioni che consentano, anche se in via eccezionale, di salvaguardare l’economia del territorio. Siamo fiduciosi che insieme si possa trovare una equa soluzione al problema anche perché abbiamo rilevato la disponibilità dell’amministrazione comunale – ha concluso Daniele La Porta – e, per quanto ci riguarda, saremo vigili affinché si realizzi quanto oggi discusso».

Da quando, il 2 settembre scorso, è stato interdetto al traffico dei mezzi pensanti il viadotto Federico II, la circolazione di autobus che servono il trasporto urbano ed extraurbano e dei camion è stata dirottata sul ponte del Rivellino, che dal marzo del 2013 fino a quella data era inibito al flusso veicolare. Il problema, a quanto pare, si pone  per i mezzi superiori e 3,5 tonnellate anche sui cosiddetti ponti di campagna attigui alla Porta Spagnola. Seguendo un calendario, come fa sapere il sindaco Di Pietro, in base alle esigenze degli imprenditori che faranno richiesta si potrà consentire il transito dei mezzi oltre i limiti fissati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com