breaking news

Lentini | In fiamme l’auto dell’ispettore della Polizia municipale Nello Russo, indagini e reazioni

16 Settembre 2019 | by Silvio Breci
Lentini | In fiamme l’auto dell’ispettore della Polizia municipale Nello Russo, indagini e reazioni
Cronaca
0

Il grave episodio la scorsa notte. Potrebbe trattarsi di un atto intimidatorio. Gravemente danneggiata un’autovettura parcheggiata accanto. Le indagini dei carabinieri e le reazioni della politica e della società civile.

Il grave episodio. Non ci sarebbero dubbi sull’origine dolosa e la natura intimidatoria dell’incendio che la notte scorsa ha distrutto l’autovettura, una Fiat Punto, di proprietà dell’ispettore capo della Polizia municipale di Francofonte, Nello Russo. Le fiamme, divampate poco dopo la mezzanotte, hanno gravemente danneggiato anche un’altra autovettura, una Ford Fiesta, parcheggiata accanto, in via Siracusa, nel centro della cittadina agrumicola. È stato lo stesso Russo, già in passato vittima di altre intimidazioni, a lanciare l’allarme chiamando i vigili del fuoco del distaccamento di Lentini, che hanno dovuto lavorare per circa due ore per spegnere il rogo e mettere in sicurezza l’area.

Le indagini. Sul posto, per le indagini, i carabinieri della locale stazione, che hanno ascoltato a lungo Russo e raccolto quanti più elementi utili alla ricostruzione della dinamica e della natura del grave episodio, che torna purtroppo a riaccendere la paura tra gli abitanti della cittadina. Sull’episodio immediata la presa di posizione dell’amministrazione comunale.

Le reazioni. L’amministrazione comunale. «Il sindaco e l’amministrazione comunale – si legge in una nota – esprimono il proprio rammarico per gli eventi accaduti questa notte e contestano qualunque eventuale atteggiamento doloso venga accertato. Fiduciosi nell’operato delle forze dell’ordine, ci auguriamo che l’evento abbia natura casuale e non dolosa, perché non è questa l’immagine che si vuole dare di Francofonte, quanto piuttosto quella di un paese dove la serenità e la civiltà regnano sovrane».

Bosco: «Scene di sopraffazione ancora troppo frequenti». Solidarietà a Russo, segretario nazionale del Silpol, il Sindacato dei lavoratori della Polizia Locale, è stata espressa anche dal sindaco e dall’amministrazione comunale di Lentini che parlano di «grave atto intimidatorio». «Speriamo – afferma Saverio Bosco – che si faccia al più presto chiarezza sull’accaduto. Non è possibile assistere ancora a queste scene di sopraffazione, che dalle nostre parti sono ancora troppo frequenti».

L’opposizione: «Siamo molto preoccupati». «Piena solidarietà e vicinanza al dipendente ispettore capo Nello Russo per il secondo vile atto subito» anche da parte del gruppo consiliare di opposizione di Francofonte. «Siamo molto preoccupati – affermano i consiglieri Castania, Cunsolo, Dinaro, Falcone – per l’attacco nei confronti di chi si spende per la legalità e non si piega a certi poteri. Confidiamo nel lavoro degli organi competenti e ci mettiamo a disposizione come gruppo politico per qualsiasi azione possa mettersi in campo».

Don Luca Gallina: «Contro chi pretende di essere sperto a colpi di violenza». Ferma condanna del gesto anche da parte del parroco della Chiesa Madre di Francofonte, don Luca Gallina. «Inaccettabile – afferma – che nel 2019 si parli ancora questo tipo di linguaggio mafioso. Massima solidarietà all’amico Nello Russo. Siamo in tanti accanto a lui contro chi pretende di essere sperto a colpi di violenza».

M5s: «Gesto che offende la città». Vicinanza e solidarietà a Russo anche da parte del M5s di Francofonte. «Auguriamo – si legge in una nota – che le indagini da parte degli organi competenti possano giungere a far luce su una vicenda che, oltre che colpire Nello, offende la civiltà e il senso di legalità della comunità francofontese».

Mille Papaveri Rossi: «Degenerazione sul piano sociale e culturale». «Un atto – secondo il gruppo politico Mille Papaveri Rossi – che denota mancanza di legalità, che, unita a una mentalità mafiosa sempre più crescente, sta portando la nostra città a una degenerazione sul piano sociale e culturale. Speriamo nell’esito positivo delle indagini da parte degli organi competenti e ci schieriamo senza se e senza ma con le ragioni e le denunce del nostro concittadino Nello Russo».

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com