breaking news

Lentini | Trasferimento del mercato settimanale, continua il braccio di ferro -Video

19 Settembre 2019 | by Silvio Breci
Lentini | Trasferimento del mercato settimanale, continua il braccio di ferro<span class='video_title_tag'> -Video</span>
Attualità
0

Questa mattina corteo di protesta dei commercianti, poi sit-in in piazza Umberto I. Ulteriore confronto con il sindaco, ma le posizioni restano distanti. Domani un nuovo tentativo di conciliazione a Largo Barcellona.

È ancora braccio di ferro. Continua il braccio di ferro tra l’amministrazione comunale e i commercianti del mercato settimanale del giovedì che anche questa mattina, per la seconda settimana consecutiva, si sono rifiutati di installare i loro banchi di vendita nella nuova area di Largo Barcellona ritenendola inadeguata e insufficiente e soprattutto temendo un notevole calo delle vendite.

Corteo di protesta. Come era stato annunciato nelle ore precedenti, questa mattina gli operatori commerciali hanno inscenato una pacifica manifestazione di protesta, dando vita a un corteo che ha attraversato le principali strade del centro abitato prima di giungere in piazza Umberto I, davanti al palazzo municipale, dove hanno sostato per un paio d’ore urlando i loro cori di ferma disapprovazione nei confronti della scelta compiuta dall’amministrazione e dal consiglio comunale. Imponente la mobilitazione di polizia e carabinieri per garantire l’ordine pubblico.

Confronto tra sindaco e commercianti. In piazza Umberto I i commercianti hanno poi atteso l’arrivo del sindaco Saverio Bosco per un ulteriore confronto nel tentativo di convincere l’amministrazione comunale a rivedere la propria scelta. Le posizioni, però, restano ancora distanti.

La posizione dei commercianti. I commercianti su aree pubbliche del mercato settimanale del giovedì hanno continuato a ribadire la loro contrarietà al trasferimento, ritenendo la nuova area di Largo Barcellona estremamente periferica e difficilmente raggiungibile, oltre che insufficiente per i circa 250 operatori commerciali. La richiesta è quella di lasciare il mercato dove si svolge attualmente, magari apportandovi alcuni correttivi, come per esempio quello di adibire ad area mercatale solo via Patti e l’ampia area limitrofa a via Seggio.

La posizione dell’amministrazione. Dal canto suo, l’amministrazione comunale ha confermato di non avere alcuna intenzione di rivedere la propria scelta, ma ha ribadito la propria piena disponibilità a rivedere ove fosse necessario, insieme agli uffici competenti, alcuni aspetti logistici per consentire agli operatori commerciali di lavorare nelle migliori condizioni possibili.

Cunsolo (M5s) avverte. Durante il confronto in piazza Umberto I tra Bosco e i commercianti è intervenuta anche la consigliera comunale del M5s, Maria Cunsolo, secondo la quale l’Asp non sarebbe ancora al corrente del trasferimento del mercato. Tra i due lo scontro si consuma anche a distanza, sui social. In un post Saverio Bosco scrive: «Immagino che la consigliera Maria Cunsolo, dopo aver votato in consiglio comunale a favore dello spostamento del mercato su Largo Barcellona e dopo aver cambiato idea difendendo le tesi dei mercatali contro lo spostamento, ora prenda le distanze da chi sta costringendo gli ambulanti favorevoli allo spostamento a non montare sulla nuova area. È una questione molto importante di legalità e rispetto delle regole e un rappresentante delle istituzioni dovrebbe saperlo».

L’assessore al Commercio: «La democrazia ha spostato il mercato». E usa i social per esprimere la propria posizione anche l’assessore al Commercio, Alessio Bufalino: «A Carlentini mercato fuori città, a Scordia mercato fuori città. E così in moltissime altre città. A Lentini dobbiamo continuare a tenere in ostaggio un intero quartiere. Il consiglio comunale vota all’unanimità il regolamento che mette ordine in tutta la materia del commercio su aree pubbliche, ma siccome alcuni commercianti del mercato non sono contenti non c’è democrazia. Forse sarebbe il caso di riflettere meglio sulle cose e capire che la democrazia ha spostato il mercato a tutela di tutti, mentre chi si lamenta oggi pensa solo a se stesso».

Domani nuovo tentativo di conciliazione. Per domani, alle 16, è previsto un incontro operativo a Largo Barcellona (programmato per ieri ma rinviato appunto a domani) tra amministrazione comunale e operatori commerciali. Difficile credere che si riescano a trovare punti di contatto tra le due posizioni.

© Riproduzione riservata

GUARDA IL VIDEO DELLA PROTESTA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com