breaking news

Augusta| Il Pd ha ignorato Carrubba e l’ex sindaco si allontana dal partito cittadino

21 Settembre 2019 | by Redazione Webmarte
Augusta| Il Pd ha ignorato Carrubba e l’ex sindaco si allontana dal partito cittadino
Politica
0

La sentenza che ha scagionato l’ex sindaco Massimo Carrubba “perché il fatto non sussiste” ha riabilitato non solo un uomo, ma un’intera comunità. Ciò non sembrerebbe importare agli amministratori del Palazzo per il semplice fatto che, nessuna dichiarazione è stata rilasciata in merito dall’attuale sindaco, ma non solo, neanche il Partito democratico ha proferito parola e di ciò si dice sconcertato Carrubba: “il mio cuore batte per il centrosinistra, ma mai con questo Pd di Augusta”.

L’assoluzione di Massimo Carrubba resta uno degli argomenti, in questo periodo, più dibattuti in città. L’ex sindaco, il Consiglio comunale, allora in carica, e tutta la popolazione non sono collusi con la mafia, di ciò la stessa gente avrebbe dovuto esserne cosciente già molto tempo prima che i giudici si esprimessero, ma ha atteso la sentenza per esultare. Non tutti però l’hanno fatto, anzi nell’ambiente politico quasi nessuno, eccetto il segretario della Lega, Massimo Casertano (intervenuto con un comunicato stampa) e la Federazione #per Augusta con i suoi rappresentanti Roberto Meloni e Marco Stella, ha esternato dichiarazioni. Stella e Meloni, proprio durante l’evento “Ricostruiamola 5.0” che si sta svolgendo in questi giorni in piazza Turati, in particolare, hanno stigmatizzato il comportamento del sindaco Cettina Di Pietro che invece di esultare perché il Comune non è mafioso sta in silenzio.

L’ex sindaco Carrubba ora che non porta più sulle spalle quel macigno che per anni l’ha schiacciato comincia, pian piano, a rendere pubbliche le proprie riflessioni. Nella sua pagina Facebook scrive: “sono questi, dopo anni di sofferenza, giorni di vera gioia per me, per la mia famiglia, per i miei amici, vecchi e nuovi. Sto assaporando momenti di spensieratezza e serenità che avevo dimenticato. Qualcuno dice addirittura che anche il mio sorriso sia cambiato in queste ore. Spero davvero sia così. Ho ricevuto decine di visite a casa, migliaia di telefonate e messaggi di auguri. Tanti, tantissimi amici mi hanno manifestato la loro stima ed amicizia. La sincerità dei sentimenti si percepiva con immediatezza dalla voce rotta dall’emozione o dal “tono” dei messaggini. Inutile confessarvi che puntualmente la commozione mi/ci ha travolto.

La frase più ricorrente: “Caro Massimo, chi ti ha conosciuto e chi ti conosce, non poteva avere dubbio alcuno…”. “Per tanti è stato così ma purtroppo non per tutti” sottolinea Carrubba. “Tali manifestazioni di affetto – continua – da un lato mi hanno fatto davvero molto piacere, dall’altro però mi hanno permesso di ascoltare silenzi assordanti. Ora, che il sindaco e la sua ormai residua corte di ammiratori, compreso un inutile senatore, dopo avere costruito le loro carriere politiche sulle mie vicende, non si degnassero di una sola parola, era scontato. D’altronde sono gli stessi che in questi anni si sono guardati bene persino dal prendere posizione sulla vicenda “sistema Amara” che proprio dalla nostra città ha tratto origine. Il silenzio imbarazzato e nervoso dunque del Palazzo di Città ci sta tutto e poco importa. Che poi ad Augusta, nessuno movimento o Partito politico abbia proferito parola, era anche prevedibile.

Mai avrei però pensato che anche il Partito Democratico stesse zitto. Non so (e nemmeno mi interessa saperlo) chi sia il suo gruppo dirigente e chi ne regga il timone. A me basta la partecipazione ingombrante alle riunioni dell’ex segretario comunale ed ex assessore Giovanni Santanello per farmi una idea. Mi illudevo che, in presenza di sentenze di piena assoluzione emesse dai Tribunali nel processo Oikothen e in quello conclusosi giorno 10 settembre 2019, questo “gruppo dirigente” avesse gli attributi per difendere non me ma il partito tutto dagli ingiusti e violenti attacchi subiti negli ultimi 10 anni. Mi illudevo che questi soggetti (non tutti chiaramente) avessero la dignità di rivalutare una esperienza amministrativa cristallina di cui sono stati nel passato parte attiva ed attori protagonisti. Evidentemente mi sbagliavo. Il mio cuore batte per il centrosinistra – conclude l’ex sindaco –  ma mai con questo Pd di Augusta”. L’assoluzione di Carrubba non è argomento di discussione solo perché il Tribunale lo ha dichiarato non colpevole, ma perché il suo “ritorno” sta cambiando gli scenari politici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com