breaking news

Augusta| Sospeso per 9 mesi il presidente dell’Adsp indagato per peculato

Augusta| Sospeso per 9 mesi il presidente dell’Adsp indagato per peculato
Attualità
0

Avrebbe utilizzato per fini personali i fondi dell’Ente portuale. Andrea Annunziata, presidente dell’Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia orientale Augusta –Catania, indagato per peculato, è stato sospeso dall’incarico per 9 mesi dal Gip di Catania. La guida dell’Ente portuale passa, momentaneamente, nelle mani del segretario generale Attilio Montalto e del comitato di gestione.

“Falsi mandati di pagamento per «rimborso di spese e trasferte” per una somma complessiva pari a 27mila euro, sarebbero stati emessi a beneficio del presidente dell’Autorità di sistema portuale, Andrea Annunziata e di altre persone. Indagato per peculato, falsità materiale e ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e abuso di ufficio, Annunziata su disposizione della procura della Repubblica etnea è stato sospeso per 9 mesi dall’incarico dal Gip di Catania.

Secondo la Procurai fondi sarebbero stati “indebitamente emessi a favore del presidente e di persone estranee all’Ente Portuale che avrebbero partecipato, senza averne alcun titolo, a trasferte in Florida”. A gestire l’Adsp saranno temporaneamente il segretario generale dell’Ente portuale Attilio Montalto (che il 30 agosto scorso ha lasciato il comando della Capitaneria di porto di Augusta per ricoprire l’incarico su designazione dello stesso presidente) e il comitato di gestione. Presumibilmente il ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture nominerà un commissario. La sospensione di Annunziata che tanto lavoro dal suo insediamento ha portato avanti per promuovere a far funzionare a piano e in base alle rispettive specificità i 2 porti, porterà sicuramente a una paralisi dell’attività.

“Aspettiamo che la giustizia faccia il suo corso e che lo faccia in fretta  e che con celerità si provveda alla nomina di un commissario, a meno che il provvedimento sospensivo non sia revocato, perché rischiamo un nuovo immobilismo, una paralisi dell’attività del porto che stava lavorando bene su tutti i progetti da portare avanti con rapidità, tra cui quello del raccordo ferroviario, che adesso potrebbero essere bloccati. Ci stiamo  muovendo già insieme con il senatore Pino Pisani per ottenere le interlocuzioni necessarie affinché questa nomina avvenga nel più breve tempo possibile” dichiara il sindaco, Cettina Di Pietro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com