breaking news

Augusta| Contratto Publiservizi oggetto di interrogazione di Canigiula per proroga sine die

30 Ottobre 2019 | by Redazione Webmarte
Augusta| Contratto Publiservizi oggetto di interrogazione di Canigiula per proroga sine die
Politica
0

Il consigliere comunale di Augusta 2020, Vincenzo Canigiula ha presentato un’interrogazione su servizi gestione entrate comunali, appalto Publiservizi contratto. Chiede risposte sul mancato espletamento di una nuova gara d’appalto e sulle proroghe senza scadenza, di fatto, concesse. Sulla vicenda ha acceso di recente i riflettori l’ex sindaco Massimo Carrubba durante la conferenza stampa pubblica tenuta a Palazzo Zuppello.

“Quali sono le ragioni che hanno impedito all’amministrazione comunale di indire, prima della scadenza del contratto, la gara ad evidenza pubblica per l’affidamento dei servizi di riscossione“? Lo chiede il consigliere comunale di Augusta 2020 Vincenzo Canigiula in un’interrogazione inviata al sindaco, Cettina Di Pietro, all’assessore alle Finanze Giuseppe Canto, al responsabile del II settore, Angelo Carpanzano e al presidente del Consiglio comunale, Sarah Marturana e che, come sottolinea il primo cittadino, troverà risposta in Aula quando l’interrogazione sarà portata all’ordine del giorno dei lavori del Consiglio comunale

E ancora la seconda domanda posta nell’interrogazione è la seguente: “se non ritengono la “proroga tecnica” concessa di fatto una proroga sine die con l’aggravante, che il ritardo nell’indizione della gara è responsabilità esclusiva dell’amministrazione comunale.  Il consigliere di opposizione mantiene alta l’attenzione di una vicenda sulla quale nelle scorse settimane ha acceso i riflettori l’ex sindaco Massimo Carrubba durante la conferenza stampa pubblica tenuta nella sala “Monna Lisa” di Palazzo Zuppello ripercorrendone la recente storia che ha visto un contratto scaduto nel 2017, una gara da allora non espletata. “Come giustificano a distanza di ben 2 anni dalla scadenza del contratto e dall’adozione dei successivi atti la loro inerzia nell’importante vicenda – continua Canigiula –  e quali determinazioni intende assumere il Comune a breve tempo, tenuto conto – conclude il consigliere– dell’oramai prossima scadenza elettorale”

La vicenda è stata ripercorsa nei dettagli sia dall’ex primo cittadino sia dal consigliere comunale Canigiula che siede tra i banchi dell’opposizione, nell’interrogazione. La Publiservizi gestisce dal 2011 il servizio di supporto per la gestione, accertamento e riscossione di alcuni tributi. Il contratto era valido per 6 anni ed era nota la scadenza nel 2017. L’amministrazione pentastellata  il 7 dicembre 2017, a pochi giorni dalla scadenza e con delibera numero 189 dà indirizzo di procedere all’indizione di una nuova gara e nel contempo demanda al dirigente competente l’adozione di una proroga tecnica del contratto scaduto. Il responsabile con determina a contrarre numero 160 del 28 dicembre 2017 approva lo schema del disciplinare di gara e del capitolato tecnico e lo stesso giorno adotta la determina 161 con cui concede la proroga tecnica alla Publiservizi fino al 31 dicembre 2018 e comunque fino alla data di stipula del nuovo contratto con chi si aggiudicherà la gara. Di fatto il contratto è stato prorogato senza scadenza. “Proroga di un appalto sine die” come ha detto Carrubba pubblicamente e Canigiula nell’interrogazione con la seguente motivazione “la stesura degli atti di gara richiede il preventivo approfondimento della nuova normativa in materia di appalti pubblici”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com