breaking news

Lentini | Via scaduta, stop alla discarica di Armicci: le reazioni dopo la notizia

11 Novembre 2019 | by Silvio Breci
Lentini | Via scaduta, stop alla discarica di Armicci: le reazioni dopo la notizia
Attualità
0

La Valutazione d’impatto ambientale è scaduta il 18 novembre e nessuna richiesta di rinnovo è stata avanzata. «Importante vittoria». Nei giorni scorsi l’audizione in Commissione Ambiente all’Ars chiesta dal deputato Stefano Zito.

Città soddisfatta. La notizia è stata salutata con soddisfazione dalla città. E non poteva essere diversamente. Se la Pastorino vorrà realizzare la discarica per rifiuti speciali non pericolosi in contrada Armicci dovrà richiedere una nuova valutazione d’impatto ambientale. Per ottenere l’autorizzazione alla realizzazione dell’impianto, l’iter amministrativo dovrà in buona sostanza ricominciare da zero.

Cunsolo: «Importante vittoria». Per la consigliera del Movimento 5 stelle, Maria Cunsolo, si tratta di una importante vittoria che stoppa al momento la costruzione della discarica che la società siracusana – forte di una recente sentenza del Cga che ha ribaltato un precedente pronunciamento del Tar, dando il via libera all’impianto – potrebbe realizzare in contrada Armicci, a pochi chilometri dal centro abitato e con vista Biviere, nel cuore di un’area di estremo interesse naturalistico e archeologico. Essendo stata rilasciata il 18 novembre 2013 e avendo una validità di cinque anni, la valutazione d’impatto ambientale è di fatto scaduta.

Zito: «Senza Via niente discarica». «Dopo le nostre richieste all’assessorato al Territorio e l’analisi della documentazione – spiega il deputato regionale del M5s, Stefano Zito, che lo scorso ottobre ha chiesto e ottenuto un’audizione in commissione Ambiente all’Ars – è emersa l’attuale inefficacia dell’originario provvedimento. Durante l’audizione abbiamo chiesto se c’era stata una domanda di proroga o di rinnovo dopo il 2018 della valutazione d’impatto ambientale. A oggi, così come affermato dagli uffici dell’assessorato, nessuna richiesta è stata fatta. In questo momento, dunque, senza la Via, la discarica non può essere costruita. È chiaro, però, che una nuova richiesta potrà essere presentata in qualunque momento, ma si tratta di istruttorie molto lunghe. E oggi sarebbero tutti più attenti, anche i Comuni interessati, nel fare emergere tutte le criticità per scongiurare nuove discariche nel territorio». Dal ministero delle Infrastrutture, inoltre, è attesa la risposta sulle infiltrazioni di liquidi scuri nella galleria San Demetrio e sui miasmi odoriferi, segnalati dal deputato nazionale del M5s Paolo Ficara. «La galleria – spiega – scorre sotto la discarica di Grotte San Giorgio e sono numerose le segnalazioni dei cittadini che lamentano odori molesti».

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com