breaking news

2500 PERSONE PER CHIEDERE CON FORZA ALLE INDUSTRIE UNA COMPENSAZIONE DIRETTA

2500 PERSONE PER CHIEDERE CON FORZA ALLE INDUSTRIE UNA COMPENSAZIONE DIRETTA
Attualità
0

Più di 2.500 persone domenica mattina, hanno formato una catena umana intorno alle 4 raffinerie del triangolo industriale Melilli, Priolo Augusta. In tantissimi hanno raccolto l’appello lanciato dall’on. Pippo Gianni coordinatore nazionale del PID e tutti insieme hanno collegato le 4 industrie siracusane, riunendosi presso gli ingressi della Esso di Augusta, dell’Isab Nord e Sud di Priolo. Chiaro il messaggio della manifestazione pacifica, rivolto alle industrie dai cittadini che hanno chiesto con forza una compensazione diretta, per lo sfruttamento del loro territorio, con la possibilità che le stesse industrie rinuncino ai loro guadagni alle pompe in provincia di Siracusa. Presente alla manifestazione il sindaco di Priolo Gargallo, Antonello Rizza, che ha voluto rappresentare l’adesione di tutta la cittadinanza a questa iniziativa, insieme ad altri molti comuni della provincia come Melilli, Priolo e Augusta, Siracusa, Lentini, Carlentini, Francofonte, Avola, Floridia e molti altri. Secondo l’on. Gianni con la manifestazione di domenica si è voluto da un lato denunciare l’inquinamento ambientale cui sono sottoposti i nostri concittadini a causa della lavorazione del petrolio e dall’altro lato chiedere un tavolo industrie-istituzioni-politica,  perché si voglia risarcire una zona che produce benzina e la paga più di altre in cui queste problematiche non ci sono. Insomma un modo per ristabilire una situazione di equita’ perduta e per rilanciare in positivo tutto il comparto produttivo. “Non possiamo più tollerare lo scempio del nostro territorio – ha detto il primo cittadino di Priolo Gargallo –  con il continuo ricatto occupazionale. Il 7 marzo prossimo riunirò il tavolo comunale permanente sulla occupazione, da dove scaturirà un documento da sottoporre alle industrie, in cui inseriremo le istanze di questa mattina”.

Silvana Baracchi            

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com