breaking news

6-2: AUGUSTA SBANCA CAGLIARI

6-2: AUGUSTA SBANCA CAGLIARI
Sport
0

Ieri sera al PalaBeethoven di Quartu Sant’Elena si è svolta la gara 1 dei play-out. Prima vittoria fuori casa dell’Augusta. Gli uomini allenati dal duo Rizza & Moraes hanno sciorinato una prestazione magistrale, attestando il punteggio finale sul 6 a 2. “Questa è la vittoria del gruppo, la vittoria del lavoro svolto in palestra e sul campo dopo che abbiamo percepito che avremmo dovuto fare i play-out”, ha commentato, a fine gara,il tecnico Moraes.

La gara inizia bene con delle favorevoli occasioni per Saiotti e Merlim, anche la difesa non è da meno. La gara scivola via senza particolari sussulti, con l’Augusta a contenere lo sterile predominio territoriale degli uomini di Podda, fino a che, su schema da fallo laterale, dopo un velo di Tosta, Fortino fa un gol dei suoi con un straordinario bolide sinistro dai 12 metri che entra “perfettamente” all’incrocio tra palo sinistro e traversa rendendo vano il volo del portiere Redivo. Lo stesso numero uno cagliaritano, un minuto dopo, salva la sua porta con una doppia prodezza su Vilela e Merlim, negando la gioia del raddoppio ai siciliani. Poi è Lastrucci per il Cagliari che ha la grande opportunità di pareggiare i conti quando a porta praticamente vuota si mangia un gol fatto mandando la palla sul palo. Invece arriva il raddoppio marca siciliana a 35″ dalla fine della prima frazione ad opera di Saiotti che spizzica di testa un lancio con le mani di Falcone, con Redivo uscito a vuoto. Il gol arrivato in chiusura di primo tempo si rivela decisivo anche perché l’Augusta, al rientro dagli spogliatoi, piazza un uno-due micidiale che si rivelerà determinante nell’economia del match: prima è Merlim a concretizzare una rapida ripartenza innescata da Saiotti, poi è lo stesso attaccante neroverde a freddare Redivo con un sinistro potentissimo che si infila sotto la traversa, dopo un movimento tipico da pivot che ha lasciato sul posto Zancanaro.

Podda tenta la carta della disperazione, schierando Serginho portiere di movimento subito dopo il poker siciliano: Lastrucci colpisce il secondo palo della serata da distanza ravvicinata, poi chiude al meglio una grande azione perimetrale di squadra, realizzando il gol dell’1 a 4. A ristabilire i quattro gol di scarto ci pensa ancora Saiotti, grande protagonista della serata: il destro del numero diciassette neroverde passa sotto le gambe di Serginho e finisce in rete.

Il Cagliari continua l’arrembaggio nel disperato tentativo di accorciare ulteriormente le distanze. Il 2 a 5 dà nuove energie alla squadra sarda che con Zancanaro a tre metri dalla porta ha la possibilità di segnare nuovamente, ma in questo caso un Falcone strepitoso compie un intervento prodigioso evitando un pericoloso finale di gara per i suoi.

A mettere la ciliegina sulla torta della vittoria dell’Augusta ci pensa Vagner De Oliveira, al suo primo gol stagionale, che raccoglie il tocco di Merlim e fissa il punteggio sul 6-2. Sabato 7 maggio, al PalaJonio, la squadra di Rizza & Moraes potrà permettersi addirittura di perdere con tre gol di scarto per mantenere la serie “A”. (I. F.)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com