breaking news

A1 MASCHILE: OTTAVA GIORNATA DI ANDATA

12 Novembre 2011 | by Redazione Webmarte
A1 MASCHILE: OTTAVA GIORNATA DI ANDATA
Sport
0

IGM C.C. ORTIGIA – CARISA SAVONA    8-9 (2-4/5-3/0-0/1-2):

Igm C.C. Ortigia: Patricelli, Abela, Pesenti, Zimonjic, Di Luciano, Napolitano 1, Tringali 2, Dogas 2 (1 su rig.), Cotella, Casasola, Rath 1, Suti 2, Puglisi. All. Aldo Baio.

Carisa Savona: Volarevic, Ferraris, Damonte, Petrovic 1, E. Colombo, Rizzo 1, Janovic 1, Angelini 2, G. Bianco, Mistrangelo, Aicardi 1, Fiorentini 3, Zerilli. All. Andrea Pisano.

Arbitri: Maurizio De Chiara (Napoli) Domenico De Meo (Cagliari).
Note:

Siracusa – La IGM Ortigia mette paura alla capolista. Savona passa per 9 a 8 e vince una partita sfuggita di mano ai locali per alcune ingenuità. Alla fine lo stesso Pisano ammette che il risultato più giusto sarebbe stato il pareggio. In casa bianco verde tanta delusione per un’impresa sfiorata con grande merito.
I liguri appaiono stanchi, i siracusani concentrati e ben messi in difesa. La partita si avvia, sin dall’inizio, sul filo dell’equilibrio. Il sette ospite si affida alla mano calda del solito Angelini che prova a bucare la difesa avversaria dalla distanza.
I siracusani fanno buona guardia in difesa e si propongono con grande piglio in avanti. Il primo parziale si chiude con gli ospiti sul +2. Il vantaggio massimo per i liguri arriva nel secondo tempo (+3) e tutto lascia pensare ad un risultato acquisito.
È invece il momento della rimonta; i siciliani mettono in cassa un parziale secco di 4 a 0 e si portano meritatamente in vantaggio. Poi, dopo il momentaneo pareggio di Rizzo, un terzo parziale brutto e giocato sul tatticismo esasperato. Uno 0 a 0 che presenta le due squadre all’ultimo emozionante tempo.
Prima è l’Ortigia a portarsi nuovamente in vantaggio con un tiro di Tringali, oggi in buona vena. Poi il pareggio di Fiorentini con la palla che viene bloccata di qualche centimetro al di là dal buon Patricelli. Quindi, a metà tempo, l’incredibile leggerezza di Dogas che guadagna troppo spazio dai 5 metri e vanifica il rigore concesso su Napolitano. I bianco verdi accusano il colpo e consentono al Savona di realizzare il gol della vittoria con Petrovic.

 “Partita ottima della squadra ed una sconfitta assolutamente immeritata. Abbiamo difeso alla grande e concesso poco alla capolista. Purtroppo abbiamo pagato per due episodi. Se il loro gol realizzato sul filo dei centimetri era valido, non riesco a capacitarmi come si possa lasciare andare sul rigore annullato a Dogas. Troppe proteste impunite e troppo tempo perso. Dogas, nella sua carriera, ha tirato tanti rigori; quello di oggi era valido e la decisione subita ci lascia l’amaro in bocca”, ha commentato Aldo Baio.
 “Una vittoria sicuramente non meritata. Siamo stanchi e abbiamo pagato, probabilmente, l’appagamento da risultato. Le vittorie in campionato e in coppa ci hanno probabilmente svuotato un po’. Serve un buon riposo per ritrovare energie fisiche e mentali. Diciamo pure che abbiamo giocato contro una squadra in grande evoluzione. Ho seguito l’Ortigia in video e oggi da avversario. Buona organizzazione in difesa, coesione tra vecchi e giovani, esperienza e gioventù che daranno filo da torcere a molti”, questo il commento dell’allenatore del Savona, Andrea Pisano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com