breaking news

ACCORDO CONFCOMMERCIO-CGIL CRITICA

Disappunto e preoccupazione espressi dalla Filcams CGIL per la firma del primo accordo integrativo provinciale che ha visto Fisascat CISL e Uiltcus UIL accettare totalmente l’impostazione della Confcommercio di Siracusa. Oggi – commenta il sindacato – rimane l’amarezza di constatare che in pieno periodo feriale, sordi rispetto alla posizione di mediazione della FILCAMS di Siracusa che è sempre stata disponibile al confronto, si è proceduto in maniera unilaterale, anche in controtendenza alla impostazione confederale che ripetutamente ha fatto appello all’unità sindacale quale antidoto alla crisi occupazionale della nostra provincia. Sarebbe stato preferibile approfondire l’argomento e coinvolgere anche le segreterie confederali di CGIL-CISL-UIL, evitando di fare scelte affrettate. Invece, in un clima di assoluta emergenza occupazionale per gli effetti della crisi, che nella nostra provincia sta producendo effetti drammatici, si è sottoscritto un accordo – continua il sindacato – che estende ancor di più la precarietà nel mondo del lavoro del terziario (in deroga al CCNL) con l’estensione del periodo di apprendistato fino a 72 mesi, che non prevede nessun miglioramento in tema di salario territoriale e che permetterà alle aziende di ricorrere alle assunzioni limitatamente al venerdi, al sabato e alla domenica, in netta controtendenza rispetto alla politica della Regione Sicilia in tema di apertura domenicale che finalmente porrà un freno alle aperture deregolamentate. La Filcams CGIL, conscia dell’importanza di questo primo accordo provinciale, aveva anche chiesto il coinvolgimento di tutte le associazioni datoriali da Confesercenti a Confindustria oltre alla partecipazione attiva del mondo del lavoro, presentando anche una propria piattaforma rivendicativa (che Confcommercio ha voluto snobbare) che, a fronte di cospicui benefici per le aziende, prevedeva di contro dei benefici  per i lavoratori in termini di diritti, di stabilità occupazionale e salariale. (pri)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com