breaking news

ACQUAVIVA: “ANCORA UNA VOLTA IN SCENA LA COMMEDIA DELL’ALBERGHIERO”

26 Novembre 2011 | by Redazione Webmarte
ACQUAVIVA: “ANCORA UNA VOLTA IN SCENA LA COMMEDIA DELL’ALBERGHIERO”
Politica
0

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: “Ancora una volta nell’aula del Consiglio è andata in scena la commedia sull’alberghiero. Un copione che si ripete da tre anni con le stesse modalità e gli stessi protagonisti: il Presidente Bono che recita la parte dell’amministratore sensibile ai bisogni della scuola che avanza un proposta di finanziamento “innovativa” per la costruzione del nuovo Alberghiero in c.da Mazzarrona, il cui preventivo di spesa dell’ufficio tecnico è di 21 milioni di Euro,  i consiglieri di opposizione che avanzano la proposta alternativa di recuperare l’immobile di via Crispi di proprietà della Regione , il cui preventivo di spesa elaborato dall’ufficio tecnico è di circa 12 milioni di Euro e  i consiglieri di maggioranza che chiedono un rinvio a data da destinarsi poiché giudicano la prima proposta troppo esosa e la seconda logisticamente svantaggiosa.
Questa modalità di svolgimento del dibattito è normale fin quando viene contenuto in tempi ragionevoli ma se  il tema viene dibattuto per il terzo anno consecutivo senza giungere ad alcuna decisione allora è lecito pensare che sulle spalle degli studenti e del corpo docente si vuole fare solo demagogia da parte della maggioranza. Ecco perché ho votato contro un ennesimo rinvio ,  avallato tra l’altro anche dal Presidente Bono, che  rischia di favorire l’assalto alla diligenza, ovvero  la possibilità da parte dei consiglieri di maggioranza di “mettere le mani” nei 15 milioni di Euro  iscritto in bilancio a favore dell’alberghiero per spalmarli , invece,  a favore di altre opere: di rotonde vicino casa,di una nuova  scuola nel proprio comune di appartenenza,  oppure in una nuova strada nel proprio collegio elettorale. Infatti l’indebitamento massimo dell’Ente ,stimato dall’ufficio ragioneria,  è attualmente interamente  impegnato a favore del progetto dell’alberghiero.
Pertanto, sfido il Presidente Bono a chiedere  la “fiducia” sulla sua proposta per porre fine a questo teatrino. Se ottiene la maggioranza vada avanti  altrimenti si vada subito ad elezioni anticipate perché tenere in vita un giorno in più quest’amministrazione, incapace di decidere su questioni importanti, sostenuta da una coalizione politica priva di alcuna progettualità e da gruppi consiliari che fronteggiano apertamente per l’affermazione della propria corrente di appartenenza, è un danno irreversibile che il territorio non può sopportare”. Consigliere Provinciale Alessandro Acquaviva.                                                    

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com