breaking news

AGRICOLTURA E PESCA CON SIERRA LEONE

AGRICOLTURA E PESCA CON SIERRA LEONE
Attualità
0

Nuove e interessanti prospettive di sviluppo su scala internazionale, quelle che si aprono per il sistema siracusano delle imprese, in particolare per il comparto dell’agroalimentare, dell’ittica e di tutte quelle legate alla realizzazione di infrastrutture. Nell’ambito del programma di internazionalizzazione messo a punto dalla Camera di Commercio di Siracusa, d’intesa con Unioncamere, il nuovo orizzonte al quale guardano le imprese della provincia, è quello della Sierra LeoneUn Paese nel cuore dell’Africa, che solo da poco ha trovato una propria stabilizzazione interna, aprendosi al mercato, alla ricerca di partner di caratura internazionale, di assoluta affidabilità, mettendo sul tavolo una politica in materia di attrazione di investimenti esteri di assoluto rilievo. Le diverse opportunità sono state illustrate ieri sera da una delegazione governativa della Sierra Leone, giunta a Siracusa per una serie di visite istituzionali e di incontri in vista del Forum dedicato a questo Paese ed alle sue opportunità, che si svolgerà  ad ottobre a Milano alla presenza, tra gli altri, del Ministro degli Esteri, Franco Frattini, e del Governatore della Lombardia, Roberto Formigoni. A comporre la delegazione governativa della Sierra Leone in questa visita a Siracusa sono stati Alie Badara Mansaray, Viceministro per l’Agricoltura e la Sicurezza Alimentare, Cecil Wiliams, General Manager of National Tourist  Board, Raymond Kai-Gbekie, Direttore della Sliepa, l’Agenzia per l’Attrazione degli Investimenti; Edward Yamba Koroma, Coordinatore delle Attività in Italia per conto del Governo della Sierra Leone. A coordinare l’incontro siracusano  è stato Guglielmo Drago, componente della Giunta della Camera di Commercio di Siracusa e presidente del Distretto della Meccanica Siciliana, che ha promosso il confronto bilaterale. Presenti, oltre a diversi esponenti delle Associazioni datoriali del mondo dell’Agricoltura, anche operatori economici, commerciali ed esponenti del Governo dell’Ente Camerale. Valorizzazione di una Agricoltura moderna, questo il modello di sviluppo al quale sta puntando la Sierra Leone, che ha deciso, pertanto, di rivolgersi ad imprese che facciano dell’innovazione tecnologica e dell’alta qualità, il valore aggiunto da innestare sulle produzioni di base. Assieme all’Agricoltura, a rappresentare i pilastri di questo nuovo sistema di sviluppo economico che il Paese africano sta costruendo, vi sono anche tutte quelle attività connesse  alla Pesca ed alla creazione di una filiera legata alle risorse ittiche e, ovviamente, l’attività estrattiva mineraria (metalli pregiati e diamanti), che ha caratterizzato l’economia di questa terra. «E’ stato un primo approccio molto interessante – ha commentato Guglielmo Drago  – che ha consentito di iniziare a scoprire un Paese fortemente motivato ad aprirsi ai mercati internazionali. L’opportunità per il sistema siracusano delle imprese, non solo nei settori tradizionali dell’economia  della Sierra Leone ma anche nella creazione di indispensabili infrastrutture sul quali far crescere appunto questo nuovo modello di sviluppo del Paese africano, sono di assoluta evidenza e di particolare rilevanza. Ed in tal senso l’interesse riscontrato in questo primo incontro lascia immaginare un possibile proficuo sviluppo dei discorsi appena avviati».  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com