breaking news

AL VIA LA SETTIMANA DELL’ASTRONOMIA AL MEGARA

AL VIA LA SETTIMANA DELL’ASTRONOMIA AL MEGARA
Cultura
0

E’ iniziata oggi la dodicesima  Settimana Nazionale dell’Astronomia (13-18 aprile 2011), un appuntamento importante per le scuole, volto a diffondere tra i giovani la conoscenza del cielo e della ricerca astronomica. Il tema di quest’anno è, in onore del 150° anniversario dell’Unità di Italia, ‘Scienziati e scienza per l’Unità d’Italia’.Nel nostro Liceo Mègara ha avuto luogo una conferenza per inaugurare la Settimana Nazionale dell’Astronomia, organizzata dalla nostra docente Anna Lucia Daniele, e tenuta dal dott. Giovanni Catanzaro, uno dei più validi ricercatori dell’Osservatorio Astrofisico di Catania.La conferenza, intitolata ‘Esplorazione di Marte da Schiaparelli ad oggi’ è in linea con il tema della Settimana, poiché era basata sul contributo degli scienziati italiani nell’esplorazione di Marte. Catanzaro ha parlato delle ‘scoperte’ riguardanti il pianeta, a partire dall’età pre-telescopica, anche se è solo dall’età telescopica che si fanno le prime supposizioni sul moto di rotazione di Marte.Nel 1878 , è stato ricordato, l’italiano Giovanni Schiaparelli cartografa Marte, indviduando i cosiddetti ‘canali’, una serie di presunte strutture geologiche che diedero origine ad una serie di ipotesi, come quella di Lowell, che supponeva che i canali fossero artificiali e costruiti dai marziani.Poi con Antoniadi questa ipotesi venne accantonata.Al giorno d’oggi le ricerche su Marte sono effettuate sul posto, avvicinandosi il più possibile con le navicelle, soprattutto grazie ai landers e rovers, navicelle lanciate nel pianeta, che si alimentano con l’energia solare e che inviano i risultati delle loro ricerche alla Terra.Per esempio, alla costruzione della Mars Express, sonda lanciata nel 2003 per lo studio del pianeta Marte, hanno partecipato le aziende italiane Alenia Spazio e Officine Galileo. Successivamente con la Mars Exploration Rovers i rovers Spirit e Opportunity hanno analizzato il suolo marziano.Mentre nel 2007 è stata lanciata su Marte la Phoenix Mars Lander, che ha offerto le immagini dei crateri e, dopo aver prelevato un campione di terreno, ha fornito la prima prova della presenza dell’acqua su Marte.

Tutto ciò porta a domandarsi se ci sia vita su Marte, ma, come ha detto il dott. Catanzaro, finora non è stata trovata; anche se si suppone che un tempo ci sia stata, dobbiamo ancora aspettare delle prove valide che lo testimonino.

La seconda parte della conferenza è stata dedicata alla presentazione e alla premiazione dei lavori realizzati dagli alunni del Liceo scientifico.La classe I C del Liceo Scientifico, guidata dalla professoressa Maria Romano, organizzata in quattro gruppi, ha presentato un plastico per spiegare il moto di rotazione e di rivoluzione terrestre e un altro per spiegare il Sistema Solare, e due cartelloni, uno sul Sole e un altro sulla vita di una stella.
Ogni progetto è stato accompagnato da un’approfondita spiegazione.
Le classi I A R, I B R e III B, tutte del Liceo Classico, guidate dalla professoressa Jessica Di Venuta, hanno trattato l’evento astronomico dell’eclisse del 22 dicembre 1870, fenomeno che poteva essere osservato dalla nostra città Augusta.
Infine il dott. Catanazaro ha ringraziato i partecipanti, e, ritenendo degni di nota e ben fatti tutti i lavori presentati, ha premiato le quattro classi donando a ciascuna una gigantografia di un pianeta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com